"Cosa fa il Comune di Vasto per adeguarsi alle norme anti corruzione?" - L’interrogazione di Suriani (FdI) al sindaco Menna
 
Vasto   Politica 20/11

"Cosa fa il Comune di Vasto per adeguarsi alle norme anti corruzione?"

L’interrogazione di Suriani (FdI) al sindaco Menna

Vincenzo Suriani (FdI)Cosa fa il Comune di Vasto per adeguarsi alle norme anti corruzuione? Lo chiede il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Vincenzo Suriani, in un'interrogazione al sindaco di Vasto, Francesco Menna.

"Il 15 novembre - ricorda Suriani - il Parlamento ha approvato, con un’ampia maggioranza trasversale, la legge sul cosiddetto whistleblowing, che ha lo scopo di tutelare tutti quei dipendenti che scoprono abusi, illeciti o episodi di corruzione e che intendono denunciarli nell’interesse generale della Pubblica Amministrazione.

Grazie a questa legge è possibile fin da subito ampliare le tutele verso i dipendenti che possono venire a conoscenza di episodi dubbi, e che intendano denunciarli attraverso il meccanismo della segnalazione riservata dell’abuso o dell’illecito, senza poter essere per questo licenziati, mobbizzati, demansionati o trasferiti. Una norma attesa da tempo, che il Presidente dell’Anac ha definito come 'una norma di civiltà' che adegua il contesto italiano alle più stringenti norme anticorruzione presenti negli altri paesi europei".

Il capogruppo di Fratelli d’Italia-An, Vincenzo Suriani, ritenendo che “il Comune di Vasto negli ultimi anni si sia adeguato a fatica, e solo in modo sporadico, ai provvedimenti in materia di anticorruzione” e pensando “che la nuova legge sul whistleblowing debba essere immediatamente recepita, adeguata e implementata dal Comune di Vasto” per fornire una tutela ampia e totale a coloro che intendono segnalare episodi di malversazione, corruzione e abuso, che possano verificarsi all’interno dell'Ente, ha presentato una interrogazione scritta al sindaco, Francesco Menna per chiedere un immediato adeguamento del Comune di Vasto alla nuova normativa.

Suriani interroga Menna "per capire in che tempi il Comune di Vasto intenda adeguarsi alla nuova legislazione; per sapere chi è stato nominato Responsabile della Prevenzione della corruzione dell’Ente dopo l’avvenuto pensionamento, in data 31 ottobre 2017, dell’ex responsabile, dottoressa Rosa Piazza; per conoscere i provvedimenti che intenda intraprendere l’Amministrazione per applicare finalmente la effettiva tutela dei dipendenti che intendono segnalare episodi di corruzione e di abuso. nell’interesse superiore della Pubblica Amministrazione; per capire come dovranno avvenire le segnalazioni riservate previste dal testo di legge approvato dal Parlamento il 15 novembre scxorso, attraverso quali mezzi, modalità, canali, e chi sarà il garante del procedimento affinché possa svilupparsi, anche nel nostro Comune, la cultura della segnalazione e dell’autotutela.

Il Comune di Vasto - conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia-An - “finora ha solo emesso una circolare che risale a due anni fa che è rimasta lettera morta. Bisogna fare di più in materia di trasparenza e di anticorruzione a Vasto: ci batteremo per recuperare il tempo perduto, e per creare un sistema adeguato e credibile, che consenta di mettere in pratica il dettato del legislatore, e di farlo in tempi brevissimi”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi