"Carenza d’acqua ormai insostenibile: prenotazioni cancellate" - L’appello del consorzio Vivere Vasto Marina alla Sasi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 13/08

"Carenza d’acqua ormai insostenibile: prenotazioni cancellate"

L’appello del consorzio Vivere Vasto Marina alla Sasi

A Vasto rimane irrisolto l'annoso problema della carenza idricaLa carenza idrica rischia di diventare emergenza sulla costa vastese, dove commercianti e operatori turistici del consorzio Vivere Vasto Marina denunciano prenotazioni cancellate e lanciano un grido d'allarme al presidente della Sasi spa, Gianfranco Basterebbe, "per i gravi disservizi dovuti a mancanza di acqua che sistematicamente si perpetuano soprattutto in periodi in cui l'affluenza turistica è maggiore", scrive nella nota Giuseppe Travaglini, referente del gruppo servizi del consorzio.

"Per noi operatori la situazione è diventata insostenibile e fastidiosa e si va a sommare ulteriormente al periodo già di per sé complesso che stiamo vivendo. Prenotazioni cancellate, disservizi alle aziende e condizioni igieniche precarie ci rammaricano profondamente nonostante il nostro impegno profuso".

Ai vertici della società che gestisce acqua potabile, fogne e depurazione in 87 dei 104 comuni della provincia di Chieti "chiediamo pertanto - conclude Travaglini a nome di Vivere Vasto Marina - di intervenire immediatamente al fine di risolvere nel più breve tempo possibile o di essere pronti a fornire una soluzione alternativa al più presto".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi