"Trabocchi-ristoranti, tempi ancora lunghi: Menna getta fumo negli occhi" - La polemica dei consiglieri Suriani, Prospero, Laudazi d’Elisa e Giangiacomo
 
Vasto   Politica 28/01

"Trabocchi-ristoranti, tempi ancora lunghi: Menna getta fumo negli occhi"

La polemica dei consiglieri Suriani, Prospero, Laudazi d’Elisa e Giangiacomo

Il via libera ai trabocchi-ristoranti? "Ancora fumo negli occhi dei cittadini", perché "circa le tempistiche di attuazione, l'amministrazione non ha saputo dare risposta"

A Vasto, nel day after della seduta in Commissione Assetto del Territorio, i consiglieri comunali Francesco Prospero, Vincenzo Suriani (entrambi di Fratelli d'Italia), Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro), Alessandro d'Elisa (gruppo misto) e Guido Giangiacomo (Forza Italia) sparano a zero sulla Giunta di centrosinistra: "Al di là dei proclami - scrivono in un comunicato congiunto - l'iter di recepimento della legge regionale sui trabocchi, nonché i bandi per le nuove concessioni, sono ancora fermi al palo poiché, con la delibera che si apprestano a portare in Consiglio comunale, verrà dato solo mandato agli uffici di attivarsi per la modifica del Piano demaniale e per il recepimento della legge regionale".

Per i cinque alleati di centrodestra e lista Il Nuovo Faro, la Giunta Menna dice "bugie circa la convocazione del Consiglio che, regolamento alla mano, doveva essere fatta diverse settimane fa. Sul punto, l'amministrazione comunale, coadiuvata - sostengono - da un imbarazzante presidente Del Piano, fa volutamente confusione tra richiesta di convocazione straordinaria e richiesta di convocazione urgente". Secondo Prospero, Suriani, Laudazi, d'Elisa e Giangiacomo, il sindaco e assessori hanno "paura che in Consiglio comunale i dissidi interni alla maggioranza possano manifestarsi durante gli interventi e le votazioni". 

"Il duo Menna-Forte - attaccano i cinque consiglieri di minoranza - dopo quattordici anni di immobilismo di centrosinistra, di cui quattro di Giunta giovane, tenta ancora maldestramente di mascherare la propria inattività cercando, nell'ultimo anno di mandato, di riportare almeno qualche risultato a casa".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi