Trentaquattenne di Vasto accoltellato a Petacciato, denunciato trentenne comasco - Presunto debito, vittima ferita al volto: le sue condizioni non sono gravi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Petacciato   Cronaca 03/01

Trentaquattenne di Vasto accoltellato a Petacciato, denunciato trentenne comasco

Presunto debito, vittima ferita al volto: le sue condizioni non sono gravi

(foto di repertorio)

Ore 13 (ANSA)I Carabinieri della Compagnia di Termoli hanno denunciato per lesioni un trentenne della provincia di Como per aver aggredito un amico di 35 anni di Vasto con un coltello. L'episodio è accaduto nella marina di Petacciato nella giornata di ieri. La discussione tra i due, dovuta ad un presunto debito, è degenerata in aggressione con un coltello. Il trentenne ha ferito con più fendenti al collo, ad un braccio ed in altre parti del colpo il conoscente costretto a ricorrere alle cure dei sanitari del San Timoteo. I medici gli hanno diagnosticato una prognosi di 15 giorni.

La prima notizia - I carabinieri di Termoli e Petacciato hanno rintracciato l'aggressore che ha accoltellato un 34enne di Vasto.

Lo scrive il sito d'informazione Primonumero.it

I fatti sono accaduti ieri pomeriggio, attorno alle 15, nei pressi del semaforo di Petacciato sulla statale 16. Per cause che gli inquirenti stanno accertando, tra i due sarebbe scoppiato un dissidio, poi sfociato nel sangue.

Ferito al volto, il 34enne è stato portato dal 118 all'ospedale di Termoli. Le sue condizioni non sarebbero gravi, "se l'è cavata con 15 giorni di prognosi e nel tardo pomeriggio è stato dimesso dall'ospedale", scrive Primonumero. "L'aggressore è invece fuggito", ma "i carabinieri della Compagnia di Termoli e della Stazione di Petacciato sono riusciti a rintracciarlo dopo una breve indagine". "Al momento non è stata trovata l'arma".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi