Comunicati stampa
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Politica editoriale

Codice di condotta per i comunicati stampa
1) I comunicati stampa inviati da partiti e movimenti politici, comitati, singoli rappresentanti istituzionali o politici, militanti e simpatizzanti politici verranno sottoposti alla vaglio della redazione, che ne valuterà i contenuti e il possibile interesse del pubblico.

2) Nel caso in cui le argomentazioni dovessero essere ritenute interessanti e meritevoli di pubblicazione, maggiore spazio verrà concesso a soggetti politici che hanno una rappresentanza nelle assemblee elettive e negli organi esecutivi degli enti territoriali, senza distinzione di livelli (statale, regionale, provinciale e comunale).

3) La pubblicazione di comunicati redatti da singole persone o gruppi non rappresentati nelle istituzioni sarà valutata in base agli argomenti e proposti.

4) Zonalocale.it si riserva di non pubblicare integralmente i comunicati stampa. L’eventuale pubblicazione potrà concernere anche solo alcuni stralci dei comunicati stampa ritenuti interessanti dalla redazione.

5) I comunicati stampa inerenti il medesimo argomento o tematiche similari potranno essere racchiusi in un unico articolo.

L'indirizzo al quale inviare i comunicati è redazione@zonalocale.it, ogni altro canale utilizzato (indirizzi email, commenti ed altro) non verrà tenuto in considerazione.

Policy social

Commenti sul sito e sulla pagina Facebook
La funzione dei commenti non è sviluppata e gestita da Zonalocale.it ma è un’applicazione di Facebook che quindi segue tutte le regole del social network. Ad esempio, se un commento viene contrassegnato da più utenti come “spam” questo viene trattato come “spam” esattamente come succede all’interno di Facebook. Così come eventuali problemi tecnici di Facebook non sono gestibili dallo staff di Zonalocale. La redazione di Zonalocale procede esclusivamente alla moderazione dei commenti che non rispondono ad una correttezza di linguaggio, modalità di espressione di opinioni e, più in generale, alle norme di convivenza civile

I contributi dei lettori sono sempre ben accetti con la consapevolezza che arricchiscono la discussione su un argomento, purchè restino sempre nei toni civili ed educati. Non si tratta di voler condizionare la libera espressione di ognuno ma di voler mantenere un dialogo costruttivo, sano e appassionato. 

Parolacce, volgarità e offese di carattere religioso

Per un dialogo costruttivo non è certamente necessario far ricorso a termini volgari o parolacce. Allo stesso modo offendere persone per il loro credo religioso (qualunque esso sia) non aiuta la discussione ma rende le argomentazioni sterili e volgari. I commenti contenenti tali elementi verranno oscurati. 

Razzismo, incitazione all’odio e alla violenza, offese personali e diffamazione 
Commenti “sopra le righe” con il solo scopo di creare ostilità non sono coerenti con la linea editoriale e con lo spirito con cui portiamo avanti la nostra attività quotidiana. I commenti contenenti tali elementi verranno oscurati. 

Nel caso di commenti “estremamente pesanti”, gli autori verranno segnalati direttamente alla gestione Facebook (qui le linee guida di Facebook: https://www.facebook.com/policies/). Provvederemo inoltre a rimuovere i contenuti inappropriati e/o offensivi e/o dannosi per l’immagine, il decoro di Zonalocale e della sua pagina Facebook. Insulti etnici, commenti offensivi, commenti diffamatori, insulti personali, incitazioni all'odio o alla violenza e oscenità saranno rimossi.

Rivolgiamo a voi un invito: ricordate che ciò che scrivete è visibile  al pubblico della rete e, in particolare, alla comunità di persone che seguono Zonalocale.itSiate responsabili nello scrivere alimentando il dialogo costruttivo e la crescita della nostra comunità, evitando diffamazioni a mezzo stampa perseguibili a carico dell’autore del commento e della testata che le pubblica.


 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi