Risparmio online: ecco i trucchi per tagliare davvero i prezzi - Qualche consiglio per spendere bene in rete

Segui Zonalocale MAGAZINE su Facebook

Risparmio online: ecco i trucchi per tagliare davvero i prezzi

Qualche consiglio per spendere bene in rete

shopping onlineIl risparmio online è un’incognita quando ci si affaccia per la prima volta nel mondo dello shopping in rete. Tantissimi sono i portali e un mare le offerte a disposizione. Capire se si tratta di vere occasioni può essere un mistero. Ecco i trucchi giusti per trarre il massimo risparmio dagli acquisti online.

Imparare a resistere alle tentazioni del momento

Il modo più immediato per risparmiare è non acquistare: questa piccola regola ha il profumo di saggio consiglio della nonna. Fermandosi a pensarci, l’affermazione non è affatto priva di senso. Molte volte, navigando tra i portali dello shopping online, si è spinti a fare acquisti compulsivi. Spesso può capitare di comprare degli articoli inadatti con l’effetto di non poterli utilizzare. Ricordarsi di questo piccolo consiglio può tornare quindi utile. Uno stratagemma per riuscirci può essere lo scrivere una lista dei desideri del momento e poi lasciarla “sedimentare”. Al termine della settimana basterà ricontrollare la lista e sbarrare ciò che in realtà può essere lasciato da parte. L’oggetto giusto è quello che resisterà nella lista e il risparmio sarà assicurato.

Scegliere il metodo di pagamento più conveniente

Può apparire scontato il consiglio di optare per lo strumento di pagamento più conveniente ma non sempre i vantaggi sono così evidenti. Un modo smart per risparmiare è partire dalla scelta del servizio di carta di credito o del tipo di conto bancario. Diversi sono i servizi che possono creare un risparmio già prima dell’acquisto. Eccone alcuni esempi:

  • Curve è un servizio disponibile sia su iOS sia su Android. Iscrivendosi, si ottiene un periodo bonus di tre mesi da sfruttare per aumentare il risparmio su alcuni store. Per esempio, Amazon dà il diritto ad un cashback pari all’1%. È possibile iscriversi tramite codici bonus per avere un credito di partenza.
  • Illimity Bank offre un servizio particolarmente conveniente. Creando un “Piano di spesa”, i risparmi possono essere accumulati e convertiti in buoni Amazon direttamente attraverso l’app dedicata. Si parte già con un bonus iniziale del 3%.
  • La carta Blu American Express può essere la scelta conveniente se si considera il cashback pari all’1% sia sugli acquisti online sia su quelli offline. Il cashback talvolta può anche essere più alto. Il servizio è gratuito per il primo anno.
  • Scegliere la carta Yap consente di affidarsi ad una prepagata con cashback altissimi, talvolta del 20% e fino ad un massimo di 10 euro. Il risparmio è valido per ogni acquisto online e offline. Inserendo un codice in fase di iscrizione, si può usufruire dei 10 euro del bonus di benvenuto.

Sfruttare i coupon

È semplice perdersi tra i tantissimi portali dedicati ai coupon. Spesso è necessario provarne più di uno fino a trovare il codice sconto davvero conveniente. I migliori approcci per ottenere i convenienti codici rimangono i metodi classici:

  • Iscriversi alle newsletter degli store: in genere l’iscrizione dà il diritto ad un codice sconto. Avere un link diretto con i siti di vendita garantisce inoltre l’accesso prioritario a tutte le nuove promozioni, incluse quelle che prevedono il rilascio di coupon. Un piccolo trucco è controllare i coupon di Italo il giovedì sera.
  • Consultare i portali gratuiti di codici sconto, che offrono sempre coupon e offerte aggiornate giornalmente.

Sfruttare i referral per ottenere un cashback

Navigando nel web, si ha l'opportunità di trovare dei siti di cashback. Su questi portali è possibile trovare ottime occasioni di risparmio se si considerano tutte le novità che questi siti offrono. Lo sconto è variabile in base al tipo di promozione quindi è conveniente associare questo tipo di risparmio ad ulteriori iniziative. Per iniziare è sufficiente aprire un account su questi portali e quindi acquistare direttamente sulle loro pagine. I principali store sono di solito presenti sul sito dei referral. Sarà sufficiente accedere al negozio interessato attraverso i link messi a disposizione. Il resto dell’acquisto procede normalmente. Esempi di siti referral sono BuyOn e Dubli ma ne esistono anche molti altri, basta imparare a cercare i portali che offrono le condizioni più convenienti.

Trovare il prezzo più basso non è spesso così semplice

Sono una miriade i siti che vendono su Internet e ogni giorno gli store propongono delle offerte nuove. Ecco che districarsi in una vera e propria giungla di prezzi diviene un’impresa difficile. Ecco che vengono in aiuto degli ottimi strumenti che consentono di monitorare l’andamento dei prezzi nel periodo. Keepa è un plugin interessante per chi acquista molto su Amazon. Installando lo strumento sul browser, l’applicazione traccia i prezzi di vendita relativi ad uno specifico prodotto sullo store di Amazon. La ricerca restituisce lo storico completo dei prezzi a partire dalla data di immissione dell’articolo nello store. Il plugin effettua la ricerca in automatico per ogni pagina di Amazon. La variazione dei prezzi è facilmente consultabile mediante l’ausilio di un utile grafico che ne descrive l’andamento. Fare il giusto affare è più semplice in questo modo.

Seguire i consigli di chi ne sa di più

Aprire il proprio panorama al mondo degli influencer e alle pagine di sconto. A seconda del tipo di acquisto sarà più utile seguire un influencer piuttosto che un altro ma il principio è che gli influencer sono un’ottima fonte di codici sconto. Anche l’app Telegram può essere un modo per risparmiare. Seguire i canali “La Pagina degli Sconti” e “Sindrome Da Shopping” consente di rimanere aggiornati su tutte le nuove offerte del momento.

Utilizzare questi stratagemmi può garantire un risparmio variabile a seconda dei periodi e del tipo di acquisto. Anche solo un risparmio medio tra il 2 e il 5% può essere considerato esiguo ma può fare la differenza se considerato nel periodo annuale. Il piccolo tesoretto risparmiato potrà quindi essere reinvestito.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Ti è piaciuto questo articolo? Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici.

Azienda, professionista o artigiano? Racconta i tuoi prodotti o servizi sul Magazine, scopri qui come fare

Commenti






Chiudi
Chiudi