CHIUDI [X]
 
Vasto   Attualità 06/05

Vasto, sit in in piazza Barbacani domani pomeriggio contro la Pas

A fianco di Laura Massaro e di tutte le donne perseguitate da ex violenti

laura massaroVASTO - Appuntamento domani pomeriggio a Vasto alle ore 17, in piazza Barbacani, per il sit in organizzato dal comitato "Siamo tutte Laura Massaro – vastese" contro la PAS (Sindrome di alienazione parentale o “sindrome della madre malevola”), una dinamica psicologica disfunzionale che si può attivare nei figli minori coinvolti nelle separazioni conflittuali dei genitori.
Simbolo di questa lotta, una madre, Laura Massaro, che combatte ormai da un decennio, da quando, cioè, ha denunciato di stalking l’ex compagno, padre del suo bambino di 12 anni che, su decisione del giudice ordinario, aveva affidato esclusivamente la responsabilità genitoriale al padre.
Alla donna le era stata diagnosticata la sindrome, patologia non riconosciuta dalla comunità scientifica, di cui spesso accusano le madri che si oppongono all’affidamento dei figli a padri violenti.
La Pas è stata messa al bando dall’Europa e dal Trattato di Istanbul. Tuttavia è ancora largamente diffusa nei tribunali italiani. E per Laura Massaro ci sono voluti 10 anni per liberarsene: "per la Suprema Corte, - si legge in una nota - anche l’uso della forza fisica per spostare il minore dalla casa del genitore alla Comunità non è in linea con i principi dello stato di diritto".
A sostegno di Laura Massaro e di tutte le madri perseguitate in nome della PAS, il comitato invita la cittadinanza ad aderire al sit in.
Per maggior informazioni, consultare la pagina Facebook del comitato.

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi