Vasto   Attualità 05/05

Vastese, torna l’acqua nei Comuni interessati dalla rottura alla centrale di San Buono

Sasi: "Danni piuttosto seri, colpa stavolta di atti vandalici"

LANCIANO - La Sasi spa comunica in una nota che gli interventi di riparazione -a seguito di un danneggiamento della centrale di sollevamento avvenuto a San Buono due notti fa che ha lasciato a secco quattro Comuni del Vastese- sono conclusi. "Ma -precisa la nota- si programma un ritorno all’erogazione idrica non prima delle ore mattitutine, alle 6 di domani, venerdì 6 febbraio. Eventuali ritardi o differenze di ripristino della regolare fornitura idrica saranno dovute ai diversi tempi di ripristino dei singoli serbatoi".
La rottura aveva già da ieri mattina causato problemi nei Comuni di Cupello (contrade Aglavizza e Ramignano), Furci (Capoluogo e Monte Taverna) San Buono (Capoluogo e contrada Sodere) e Gissi (esclusa la zona industriale).

Un'interruzione che stavolta "non dipende -continua la Sasi- da rotture improvvise e conseguenti riparazioni, ma da atti vandalici che ignoti hanno messo a segno nella centrale di sollevamento “Ponte Moro”, nel comune di San Buono". I fatti sarebbero avvenuti intorno a mezzanotte e i danni provocati sarebbero piuttosto seri. "Distrutto il quadro elettrico, tutto l’interno della centrale è stato manomesso e danneggiato – puntualizza Fabrizio Talone responsabile reti adduzione e conduzione della Sasi – anche se dopo un'approfondita verifica non risultano danneggiati i quadri di comando dell’impianto. “Quello di stanotte è un atto deplorevole che sta causando disagi enormi, combattiamo già con la mancanza d’acqua alle sorgenti, con le condotte fatiscenti che spesso ci costringono a chiusure improvvise per riparazioni urgenti e ora anche con azioni distruttive".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi