Vasto   Sport 04/05

PGS Vigor Don Bosco, tre "primi calci" convocati dal Pescara dopo il Torneo della Pace

Il club biancazzurro li ha accolti nel suo centro sportivo per visionarli da vicino

Foto di Michele CappaVASTO - I tornei, soprattutto quelli giovanili, non sono mai fini a se stessi. Oltre ad avere la forza di aggregare e trasmettere un messaggio, sono anche una vetrina per far sbocciare opportunità per il futuro

È il caso del Torneo della Pace, svoltosi al Stadio Comunale di Cupello lo scorso 25 aprile. La manifestazione ha visto, nella categoria "primi calci", primeggiare la PGS Vigor Don Bosco sul Pescara. Tre bambini - Giacomo, Angelo e Francesco - di quella squadra che ha alzato al cielo la Coppa del 1° posto non sono rimasti indifferenti agli occhi degli allenatori del club biancazzurro, colpiti dalle loro abilità.

La società del Delfino ha deciso dunque di invitarli al proprio centro sportivo per visionarli da vicino. Giacomo, Angelo e Francesco così, nella giornata di ieri, si sono recati al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo, dove sono stati impegnati in una seduta di allenamento di un'ora e mezza.

Nessuno sa cosa riserverà loro il futuro, ma resta un'esperienza bellissima e indimenticabile che probabilmente verrà ripetuta anche nei prossimi mesi. Tutto questo è avvenuto grazie al Torneo della Pace e all'efficiente organizzazione del giornalista Michele Cappa e del dirigente sportivo Giuseppe Di Francesco, che spinti anche da un avvenimento del genere stanno pensando di dare un seguito nei prossimi anni alla prima edizione di una settimana fa.

di Giuseppe Di Cianno (giuseppe.dicianno@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi