San Salvo   Politica 15/04

San Salvo, lavori alla villa comunale: "E’ davvero sicuro questo spazio urbano?"

Il movimento Cambiamo San Salvo s’interroga sugli interventi

SAN SALVO - Il movimento Cambiamo San Salvo interviene sui lavori in corso alla villa comunale: "In questi giorni è stato finalmente reso visibile alla popolazione l’intervento che ha riguardato la Villa Comunale di San Salvo. Fino ad oggi, di questo progetto se ne conosceva solo il nome: “Efficientamento energetico e miglioramento urbano”.
Come usanza di questa amministrazione il progetto non è mai stato presentato, nè discusso con la città, ma semplicemente annunciato (o imposto?). In nome dell’efficientamento energetico e del miglioramento urbano, sono stati abbattuti 26 pini e sono state promesse magnolie e un prato all’inglese.
Ora che sono state rimosse le recinzioni coprenti, possiamo vedere una pavimentazione color grigio scuro con delle panchine dalla forma bizzarra. In nome dell’efficientamento energetico è stata realizzata una pavimentazione di colore scuro che contribuirà in estate ad uno sgradevole effetto “isola di calore”. Del prato inglese non si vede nemmeno un filo d'erba.
Le panchine sono costituite da un basamento a forma di prisma triangolare e lo schienale è costituito da una lamiera esile con spigoli vivi. Uno spazio urbano pubblico dovrebbe essere prima di tutto uno spazio sicuro per i suoi fruitori. Immaginiamo che un bambino o un adulto possa cadere su questi schienali, ci potrebbero essere delle conseguenze gravissime.
Siccome a breve verrà inaugurata ed aperta ufficialmente al pubblico, ci poniamo alcune domande:
è davvero sicuro questo spazio urbano? Sono stati fatti gli opportuni collaudi di sicurezza dagli enti preposti?
queste panchine rispettano gli specifici requisiti previsti dalla norma UNI 11306: 2020 “Panchine – Requisiti di sicurezza e metodi di prova”? In particolar modo, riguardo la conformazione degli spigoli vivi e del possibile ribaltamento, sono davvero sicure?
è davvero impossibile condividere anticipatamente un progetto per uno spazio pubblico con i cittadini? (vedi caso analogo del Polo Scolastico).
In fondo si tratta di soldi pubblici e far partecipare la cittadinanza alla decisione di come spendere i loro soldi dovrebbe essere doveroso e democratico.
Un intervento sulla Villa Comunale avrebbe dovuto essere orientato maggiormente alla creazione di un vero e proprio Parco Urbano, creando ampie superfici a verde, valorizzando le specie arboree e floreali tipiche delle nostre zone, creando armonia con il resto dell’area e limitando al minimo le aree cementate. È stato fatto esattamente l’opposto.
Come al solito, la bontà della realizzazione, gli interessi e il benessere della collettività non sono stati tenuti minimamente da conto".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi