Scopri di più CHIUDI [X]
 
Vasto   Attualità 13/04

Vasto, multa fino a 500 euro se non si raccolgono le deiezioni canine

Il sindaco Menna: "Pulirle è un atto di civiltà nei confronti dei cittadini"

VASTO - "Vasto è una città dove gli amici a quattro zampe sono parte integrante della nostra comunità. Pulire le deiezioni è un atto di civiltà e di senso civico nei confronti dei cittadini". Lo afferma il sindaco Francesco Menna nel comunicare che è stato approvato il nuovo regolamento comunale relativo alla raccolta delle deiezioni dei cani con sanzioni amministrative da 50 a 500 euro a seconda della violazione commessa dai trasgressori che non rispetteranno le regole.

Un problema che ci era stato segnalato da una lettrice solo qualche giorno fa, e fortunatamente adesso c'è una soluzione al problema. 

"L'intenzione dell'amministrazione comunale  - dice Menna - è quello di garantire un ambiente più pulito e decoroso e nonostante i ripetuti avvisi purtroppo ci troviamo spesso a doverci confrontare con aree sporche e non certo consone al decoro della città", aggiunge la presidente della Commissione del Regolamento, Lucia Perilli, che rende noto che i proprietari di cani o le persone incaricate della loro custodia sono tenute ad essere in possesso della paletta e dei sacchetti impermeabili per la raccolta delle deiezioni canine e a condurre i propri cani con apposito guinzaglio.

"Inoltre - aggiunge e conclude Menna - i proprietari, gli allevatori e i detentori di cani sono tenuti ad iscrivere i propri animali all'anagrafe canina entro 30 giorni dalla nascita dell'animale o da quando ne vengano, a qualsiasi titolo, in possesso e, contestualmente, a provvedere all'identificazione degli stessi mediante microchip. Continueremo a monitorare le situazioni con controlli in tutto il territorio a beneficio della pulizia della città e della vivibilità per i vastesi e non solo".

Nel nuovo regolamento approvato si specifica inoltre che all'interno della Villa comunale, nei giardini pubblici e in tutti i luoghi molto frequentati è fatto divieto di introdurre e di consentire la circolazione di cani di grossa taglia o di indole aggressiva, quali mastini, san bernardo, danesi, boxer, dobermann, pastori tedeschi o altre razze individuate con Ordinanza del Ministero della Salute, quando gli stessi non siano condotti con guinzaglio e provvisti di idonea museruola.

Infine i cani, se custoditi all'interno di proprietà private, devono essere posti in condizioni tali da non poter incutere timore o spavento ai passanti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi