Vasto   Attualità 05/04

Carcere di Vasto, la Fp Cgil denuncia condizioni di lavoro inadeguate

Mirko Manna: «Il personale di Polizia Penitenziaria è stremato»

Carcere di VastoVASTO - Mirko Manna del sindacato Fp Cgil Nazionale denuncia la situazione critica del penitenziario cittadino: «La situazione alla casa lavoro di Vasto supera ogni immaginario. Le condizioni di lavoro sono aberranti ed il personale di Polizia Penitenziaria è stremato dagli eccessivi carichi di lavoro.

«Da qualche anno lanciamo continui allarmi rispetto alle preoccupanti precarietà che afferiscono l'Istituto vastese - tuona Giuseppe Merola della FP CGIL Abruzzo Molise - e non possiamo più accettare che venga calpestata la dignità di lavoratrici e lavoratori.
Carenze organiche (più di 40 unità, tra vacanze ministeriali e assenze legittime) che non permettono la fruizione di congedi ordinari, riposi, beneficio della mensa di servizio durante il servizio e regolari attività di vigilanza ed osservazione; basti pensare che non è mai presente un agente penitenziario durante le operazioni sanitarie. Presenza di detenuti affetti da problematiche psichiatriche, eventi critici (incendi, come l'altro giorno, autolesionismi e senza tralasciare le pregresse ed amare vicissitudini).
Siamo seriamente preoccupati - continua senza mezzi termini Merola - senza alcuna mistificazione o retorica dei fatti, ma urge intervenire subito.
La nostra priorità è tutelare tutta la comunità penitenziaria, al fianco dei quotidiani sforzi posti in essere dalla Polizia Penitenziaria, Funzioni Centrali, sanitari ed area dirigenziale».

«Governo ed Istituzioni mettano in campo, ad horas, ogni azione a salvaguardia della Casa Lavoro di Vasto - conclude Mirko Manna Fp Cgil Nazionale - non ci sono più tempi di attese.
Bene il prossimo incremento di poliziotti penitenziari, ma non basta. Occorrono politiche riparative in ogni singola sfaccettatura che si riverbera sull'assetto organizzativo».

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi