Vasto   Attualità 03/04

Variante SS16, Mauro Febbo risponde a Menna: "Spiace evidenziare che ha dimenticato il mio nome"

Il consigliere regionale si è soffermato sulle parole di ieri del Sindaco di Vasto

Mauro Febbo e Francesco MennaVASTO - Dopo le dichiarazioni della giornata di ieri del Presidente della provincia di Chieti Francesco Menna, arriva la risposta piccata del consigliere regionale Mauro Febbo: «Con piacere prendo atto del ravvedimento da parte del Presidente della Provincia e Sindaco di Vasto sulla variante alla SS 16, valutando positivamente il progetto e studio di fattibilità economico finanziario del 2002-2003 della Provincia. Lo stesso progetto era stata indicato ed esposto dall'ing.Edmondo Laudazi, amministratore di Vasto di lungo corso nonché apprezzato professionista, a più riprese finanche nell'ultima riunione pubblica di sabato 12 marzo, a cui ho partecipato pur non essendo stato invitato dallo stesso Menna (prima dimenticanza).

Nel 2002-2003 la Provincia di Chieti da me guidata diede incarico al Prof. Ing. Antonio Montepara, allora docente oggi Direttore del Dipartimento Ingegneria e Architettura dell'Università di Parma, di elaborare un progetto di fattibilità e relatrice studi economici per la variante SS 16. Documento di altissimo valore che è rimasto a disposizione dell'Ente e su cui mi sono più volte confrontato con Anas ed Autostrade, finanche nel periodo 2009-2014 durante il Governo regionale Chiodi dove ricoprivo l'incarico di Assessore all'agricoltura. Un progetto che peraltro tiene conto pienamente delle esigenze anche dei territori interni nonche dello sviluppo turistico ed economico del Vastese. Spiace evidenziare che anche in questo caso il Presidente e Sindaco abbia dimenticato (per la seconda volta) il mio nome».

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi