San Salvo, incontro su affido per sensibilizzare su accoglienza di minori con difficoltà familiari

Appuntamento il 2 aprile presso il Centro per la Maternità , Infanzia e Adolescenza

La locandina dell'eventoSAN SALVO - “Mi accogli? Mi affido!” E’ il titolo dell’incontro promosso dal Comune di San Salvo per informare la cittadinanza sull’affido familiare che si terrà sabato 2 aprile alle ore 16:00 presso il Centro per la Maternità, Infanzia e Adolescenza in corso Garibaldi al civico 107.
“Un incontro organizzato per sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’affido familiare, un provvedimento temporaneo per minori con difficoltà familiari, che dà delle risposte a una situazione di disagio sociale. Fenomeno in continua crescita a causa delle crisi delle famiglie acuito dai tempi che stiamo vivendo”. E’ la dichiarazione del sindaco Tiziana Magnacca che si è fatta promotrice di questo nuovo appuntamento ospitato nella Casa Mia.
“L’equipe del servizio di tutela minori è un fiore all’occhiello del Comune di San Salvo – commenta l’assessore alle Politiche sociali Giancarlo Lippis – attivo da anni che riceve la disponibilità delle famiglie che vogliono candidarsi ad accogliere i bambini temporalmente nelle situazioni di disagio sociale ed economico”.
Fanno parte dell’equipe le assistenti sociali Francesca Onofrillo e Margherita D’Allievo e le psicologhe Antonia Montanaro e Sonia Fanaro.
Sabato 2 aprile i lavori inizieranno con i saluti del sindaco Tiziana Magnacca e dell’assessore alle Politiche sociali Giancarlo Lippis. Introduce l’assistente sociale Francesca Onofrillo cui farà seguito la relazione di Annalisa Rosini dell’Associazione Famiglia per l’Accoglienza Marche e mamma affidataria e la testimonianza di una famiglia affidataria.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi