CHIUDI [X]
 

San Salvo, si è riunito il tavolo tecnico sulla crisi occupazionale - VIDEO E GALLERY

Comune, aziende, associazioni e sindacati concordi: è necessario agire subito

SAN SALVO - Aumento dei costi energetici, assenza di collegamenti, logistica e visione globale.
Sono tante le criticità sollevate questa mattina nel corso del tavolo organizzato nell'aula consiliare di San Salvo in cui si sono riuntiti Comune, aziende, sindacati e associazioni di settore per parlare di industria e difficoltà attuali.
"Ci sono ditte che hanno chiuso e che hanno bloccato le forniture anche al Comune - ha detto il sindaco Tiziana Magnacca in apertura dell'incontro - e le opportunità che è possibile cogliere con la Zes (zona economicamente speciale, ndr) al momento non sono usufruibili perché lo stesso strumento stenta a decollare. Noi abbiamo bisogno di risolvere i problemi nell'immediato, non possiamo aspettare. L'incontro di oggi servirà quindi a raccogliere proposte da portare sul tavolo regionale, ma anche nazionale".


Incisivo l'intervento del presidente della Camera di Commercio di Chieti e Pescara, Gennaro Strever: "L'Abruzzo rischia l'isolamento: il tratto di autostrada San Salvo-Pedaso è un vero e proprio collo di bottiglia, la Trignina non è più adeguata alle necessità attuali di spostamento. E' necessario che la Trignina diventi a quattro corsie e che si riattivi la Val di Sangro. Prima di tutto c'è bisogno di trasporti e collegamenti. La Zes non può risolvere i problemi, perché si ottengono finanziamenti solo se ci sono progetti nuovi".


L'emergenza su fronte collegamenti è stata sollevata anche dall'Assovasto, presente nella persona del presidente Alessandro Grassi, mentre il responsabile Energia/Trasporti e Logistica/Sviluppo d'Impresa presso Confindustria Chieti Pescara, Gianluca Ravasini, ha riportato una situazione gravissima: "Alcuni giorni fa con l'assessore D'Amario si parlava di riduzione della percentuale sull'IMU per le aziende come segnale di buona disposizione, ma la scorsa settimana ad alcune aziende associate con noi sono giunte ingiunzioni di pagamento per canoni extra agricoli dal Consorzio di Bonifica Sud. Inoltre, riguardo alla Zes, fino a questa mattina sul sito dedicato risultano ancora i dati catastali di 12 comuni su 37, e tra questi mancano anche Vasto e Ortona, dove ci sono due porti regionali".
Attesissimo l'intervento di Graziano Marcovecchio, presidente della Pilkington: "Se la nostra azienda si è fermata per due settimane a marzo, come in genere può succedere ad agosto, vuol dire che il mondo è cambiato, quindi non possiamo ragionare con gli schemi di una volta. A maggio compiremo 60 anni di attività e il rischio è che la nostra azienda, nata grazie al gas, muoia a causa dello stesso gas. Non illudiamoci, in Europa gireranno meno automobili perché non si compreranno più, mentre cresceranno le vendite per i veicoli commerciali. Si tratta di un mercato più piccolo, i posti di lavoro diminuiranno. Per resistere è necessario approvare la norma che serve a difenderci, l'area di crisi complessa ci può aiutare ad aggirare Bruxelles: dobbiamo chiarire che gli aiuti non devono essere aiuti di Stato, ma aiuti ai lavoratori, da versare direttamente sul loro salario se è necessario. Se non si interviene con una norma sarà l'Italia a pagare. Senza il gas, non sappiamo se sarà possibile fondere il vetro. Una scelta potrebbe essere produrre idrogeno in Abruzzo, ma bisogna capire se si può. Lo scalo merci si deve riaprire e si deve riaprire a Vasto-San Salvo. Se non nasce oggi qualcosa di strutturale la Pilkington è destinata alla chiusura".


L'avvocato Gabriele Gatto e Filippo Di Nardo, responsabile per la comunicazione della Denso, hanno ribadito la loro disponibilità a collaborare con le istituzioni, sottolineando la mancanza di una visione globale e di un piano industriale a lungo termine.
A concludere l'incontro, le sigle sindacali, che hanno sostenuto con forza il bisogno di atti immediati e concreti, ribadendo la loro disponibilità per tutto ciò che sarà necessario fare per evitare la perdita di posti di lavoro.

Guarda le foto

di Miriam Giangiacomo (miriam.giangiacomo@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi