CHIUDI [X]
 

San Salvo tra le aree di crisi complessa per il rilancio del comparto industriale

Tra i comuni frentani nell’inter di attivazione nell’odg del decreto Sostegni Ter

Zona industriale di San SalvoSAN SALVO - “La zona industriale di San Salvo con il comparto dell’automotive è strategica per l’economia abruzzese. A certificarlo?  Il via libera del governo all’ordine del giorno per l’avvio dell’istituzione di una nuova area di crisi complessa che consentirà il rilancio delle attività industriali, la salvaguardia dei livelli occupazionali ed il sostegno dei programmi di sviluppo”. Ad annunciarlo il sindaco Tiziana Magnacca nel leggere l’inserimento di San Salvo tra i comuni frentani nell’inter per l’attivazione dell’area complessa contenuti nell’odg del decreto Sostegni Ter a firma dei deputati della Lega Antonio Zennaro, Luigi D’Erano e Giuseppe Bellachioma.

“Stiamo vivendo il tempo della crisi nella crisi. Dopo la pandemia, con i contagi ancora in corso, ora il conflitto in Ucraina. Tutto questo  ha messo in ginocchio il settore dell’automotive trainante per l’economia della provincia di Chieti – aggiunge il sindaco Magnacca – ma apprendere come i parlamentari abruzzesi si siano attivati per consentire l’accompagnamento del governo agli sforzi industriali per lo sviluppo, la ricerca e l’innovazione, è una notizia che fa ben sperare”.

Intanto il sindaco ricorda che lunedì ha convocato nell’aula consiliare del Comune di San Salvo “il tavolo territoriale di confronto fra tutti coloro che sono legati al comparto auto motive per seguire l’evolversi della situazione e per rilevarne le criticità e aspettative”.

“San Salvo è uno dei tralci di questa grande vite che è l’Abruzzo contribuendo con la sua linfa vitale a sostenere l’economia di una regione che non può permettersi di perdere nessun ramo” conclude il sindaco Magnacca.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi