Vasto   Attualità 24/03

Variante SS16, dal Consiglio regionale arriva il no. Marcovecchio: «Bene mozione approvata»

Il presidente della II Commissione: «Ora continuiamo a lavorare per futuro assetto»

Manuele MarcovecchioVASTO - "Esprimo grande soddisfazione per l'approvazione unanime della mozione contro il progetto di intervento sulla SS16, motivato dalle esigenze di tutela del territorio nonché del patrimonio culturale ed artistico di Vasto. La proposta di Anas grava sulla sicurezza idrogeologica dell'area, oltre che sull'assetto paesaggistico, considerando che il progetto prevede la realizzazione di gallerie, cavalcavia e ponti proprio a ridosso della balconata storica di Vasto. Ora continuiamo a lavorare per definire il futuro assetto territoriale e di mobilità dell'intero territorio vastese in uno scenario di medio e lungo periodo". Sono queste le parole del presidente della Seconda Commissione consiliare "Ambiente, Territorio e Infrastrutture" di "Valore è Abruzzo", Manuele Marcovecchio a margine della seduta del Consiglio regionale.

"Negli ultimi tempi - prosegue Marcovecchio - il tema della variante alla SS16 ha assunto un rilievo importante, con ampio riscontro anche sulla stampa locale. L'Anas ha formulato alcune proposte e dato corso ad una campagna di sondaggi che prevedono la realizzazione di una galleria sotto la collina sulla quale posa la città di Vasto; la soluzione prospettata da Anas trova opposizione da parte delle istituzioni locali e dei cittadini. Tale avversione muove anche dall'esperienza maturata con i lavori di realizzazione della variante ferroviaria, caratterizzati anch'essi da una lunga galleria, per durata e impatto dei cantieri, nonché per le conseguenze sul sistema idrogeologico".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi