Vasto   Attualità 16/03

Vasto. I profughi ucraini saranno accompagnati a Lanciano per la vaccinazione

Il sindaco Menna e l’assessore Della Gatta: «Adempimenti sanitari necessari»

Menna e Della GattaVASTO - In merito agli adempimenti sanitari che i profughi ucraini devono assolvere immediatamente dopo la dichiarazione di presenza sul territorio rilasciata al Commissariato di Pubblica Sicurezza, il sindaco di Vasto, Francesco Menna, informa che nel giorno di venerdì il gruppo comunale della Protezione Civile, coordinata dal responsabile Eustachio Frangione, provvederà ad accompagnarli presso il centro vaccinale di Lanciano. Gli utenti dovranno presentarsi presso la sede della Protezione Civile in via dei Conti Ricci, area terminal bus, alle ore 08:00.

«Un servizio necessario - chiariscono il sindaco Menna e l’assessore all’Inclusione, Nicola Della Gatta - per consentire sia ai profughi di ottemperare alle disposizioni in materia sanitaria, dopo che la Asl, almeno per questa fase iniziale dell’emergenza, non ha disposto la fruibilità dei servizi presso l’hub vaccinale di via San Domenico Savio, sia alle famiglie vastesi di garantire una ospitalità serena. Abbiamo rappresentato alla direzione generale l’assoluta necessità di rivedere tale decisione, al fine di alleviare la già drammatica situazione di persone che, fuggite dal conflitto, dovrebbero autonomamente raggiungere i siti di Chieti e Lanciano. La nostra Protezione Civile, con il grande spirito di servizio che la contraddistingue, si farà carico anche di questo ulteriore gesto di solidarietà».

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi