CHIUDI [X]
 
San Salvo   Politica 15/03

San Salvo. Caro energia, De Nicolis: «Le istituzioni devono fare fronte comune con le imprese»

«Occorre la flessibilità e la disponibilità al cambiamento di abitudini consolidate»

De NicolisSAN SALVO - «Le istituzioni devono fare fronte comune con le imprese e con il sistema confindustriale in primis per mettere in campo soluzioni pragmatiche e rapide per contrastare l'insostenibile rincaro dell'energia che sta di fatto bloccando il sistema produttivo. La decisione del blocco della Pilkington nel nucleo industriale di San Salvo è un forte campanello d'allarme che ci richiama all'immediata reazione. Pieno sostegno a tutte le iniziative che favoriscano la decisione del governo di sostenere il comparto produttivo e le famiglie».

Queste le dichiarazioni del candidato sindaco Emanuela De Nicolis che nel pomeriggio di ieri ha avuto un colloquio con Silvano Pagliuca, presidente di Confindustria Cheti-Pescara per confrontarsi sulle conseguenze del rincaro energia aggravato dalla guerra di invasione russa in Ucraina sul sistema produttivo regionale e di San Salvo in particolare.

«Ringrazio il presidente Pagliuca per la franchezza dell'interlocuzione. Questo è il momento dell'unità. Istituzioni, imprese, parti sociali e cittadini devono fare fronte comune: oltre al sostegno economico da parte del governo, occorrono la flessibilità di adattamento delle aziende e la disponibilità al cambiamento di abitudini consolidate da parte dei cittadini. Oggi paghiamo lo scotto di posizioni che Confindustria negli anni ha sempre contrastato. Sono evidenti i danni prodotti dall'ideologia del no. Il rifiuto ad ogni tentativo di promuovere l'aumento dell'autonomia energetica dell'Italia, dal Tap ai rigassificatori, dalle trivelle in Adriatico all'energia eolica, di cui si è resa protagonista una certa parte politica nel nostro paese, è una delle concause che hanno prodotto questa crisi energetica. Mi ha colpito l'ammissione di colpa fatta dalla giornalista Milena Gabanelli sul punto. Sarebbe utile che anche i partiti responsabili di questa politica si facciano carico delle loro responsabilità per togliere dal tavolo tutti i veti dannosi che possono impedire di recuperare il tempo perduto».

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       
       

      Chiudi
      Chiudi