Vasto   Politica 09/03

Variante SS16. Bocchino: «Interrogarsi su quali siano le mancanze e le responsabilità»

Chiesta gratuità tratto autostradale Vasto Nord – Sud durante realizzazione variante

Sabrina BocchinoVASTO - «Gli sforzi progettuali di Anas di indicare più proposte di variante alla SS 16 Adriatica tra Vasto Marina e San Salvo Marina non rappresentano, al momento, la concreta visione politica della Lega, che indica quale base di più attenta valutazione il progetto del centrodestra del 2009 sul quale è stata siglata una intesa generale quadro tra Governo e Regione Abruzzo nell’ambito della integrazione del sesto programma delle infrastrutture strategiche». A sostenerlo è Sabrina Bocchino, Consigliera regionale d’Abruzzo e portavoce regionale della Lega, riportando anche la posizione espressa dalla Lega di Vasto dopo un lungo e approfondito confronto sull’argomento avuto con il neo consigliere comunale Giuseppe Soria, il segretario cittadino Ermanno Falone e i rappresentanti del direttivo territoriale.

«Si tratta di un progetto il cui preliminare è stato redatto dalla Provincia di Chieti al fine di perseguire una politica infrastrutturale di sistema ‘a rete bilanciata’ per la viabilità provinciale e le relative connessioni con il sistema nazionale, che ha avuto il gradimento dei Comuni di Vasto, San Salvo, Monteodorisio, della stessa ANAS e di Società Autostrade», che, tra l’altro, il direttivo invita a garantire la gratuità del tratto autostradale Vasto Nord – Vasto Sud nei mesi estivi fino alla realizzazione della variante.

«Evidentemente bisognerebbe interrogarsi su quali siano gli elementi intervenuti, le mancanze, le responsabilità che nel corso degli anni hanno impedito di dare seguito a tale progetto. Al di là delle polemiche più o meno giustificate e dalle quali ci teniamo fuori, perché riteniamo che in questa particolare e delicata fase la comunione di intenti, la collaborazione fattiva ed il confronto costruttivo debbano essere prioritari nel perseguimento dell’obiettivo di giungere a riaffermare la validità di quel progetto più consono alle esigenze del territorio, manifestiamo la nostra totale disponibilità a lavorare in questa direzione, ritenendo che il progetto prospettato da ANAS non rappresenti il percorso ottimale per la soluzione del problema. D’altronde, lo ribadiamo, dal 2009 il centrodestra sostiene l’opportunità dell’arretramento della Statale che sia distante dalla linea di costa».

«La Conferenza di Servizi convocata può essere la sede opportuna in cui rappresentare le istanze del territorio ed una volontà univoca e per questo invitiamo gli enti locali coinvolti ad esprimersi in maniera chiara, lineare e convergente sulla questione. Intanto ci dichiariamo disponibili a qualunque tavolo di confronto».

«È ovvio che qualora una posizione di fermo diniego alla variante induca a dirottare le risorse ad altri interventi in altre zone del Paese le responsabilità non potranno non ricadere su chi negli anni passati ha avuto le redini del Governo, della Regione e della Provincia con tutti gli annessi e connessi ostacolando la realizzazione dei quell’accordo quadro».

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi