Cupello   Politica 28/01

Variante SS 16. Il Circolo Pd di Cupello favorevole al progetto di arretramento

«La nostra preferenza non è dettata da questioni di campanile»

Le ipotesi di varianteCUPELLO - «L’accesa discussione sul progetto di arretramento della SS 16 non ci trova disinteressati. Il nostro comune, così come l’intero territorio del Vastese interno, avrà un futuro molto differente a seconda della soluzione che si andrà a scegliere. Auspichiamo che la priorità ricada sulla soluzione più naturale che passa per le fondovalli Sinello, Cena e Treste per sboccare a San Salvo Marina; l’altra soluzione ipotizzata, ossia quella a ridosso della costa di Vasto e San Salvo, appare assai più marginale». È quanto si legge in una nota stampa a firma del Circolo Pd di Cupello

«La nostra preferenza per la prima ipotesi - si legge ancora - non è dettata da questioni di campanile, ma da mero equilibrio, sopravvivenza socio-economica e tenuta complessiva del territorio. La nostra posizione è pari a quella dei circa 30 comuni del Vastese interno che hanno adottato delibere consiliari che prediligono il naturale anello già esistente a quello avveniristico e decisamente più impattante e costoso che si vorrebbe realizzare sul litorale vastese. Una posizione, quella del Partito Democratico di Cupello, chiara e coerente, in quanto già da tempo rappresentata in tutti gli enti sovracomunali  dove il circolo cupellese ha eletto propri concittadini, come l’ex comunità montana ‘Medio Vastese’ e la provincia di Chieti».

Il Pd critica invece l'amministrazione di centrodestra: «Ci sorprende invece annotare che nessun atto deliberativo è stato assunto dall’amministrazione comunale di centrodestra a trazione leghista che governa il paese, né alcuna presa di posizione da parte del sindaco, ma solo una tardiva dichiarazione sulla propria pagina facebook del locale consigliere regionale Marcovecchio che “condivide” le posizioni dei sindaci dell’interno. Una posizione tardiva e a rimorchio, come al solito. Purtroppo su tante, troppe materie il nostro sindaco è assente sia sul piano politico che istituzionale. Per sola memoria, ricordiamo la mancata presenza alla manifestazione di tutti i sindaci del territorio per difendere la scelta di Amazon di investire nel nostro territorio, promossa a suo tempo dal sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca».

«L’assenza fisica, politica e istituzionale nella scena locale - rincara la dose il circolo Pd - è ormai una triste abitudine che si trascina dall’insediamento del centrodestra alla guida del nostro comune nel 2014. Circostanza ancora più evidente nell’attuale legislatura dove, eletto in regione l’ex sindaco, tutto è rimesso alle “sue” volontà, vivendo di fatto in una sorta di “commissariamento a distanza” che tristemente si unisce a quello in essere, sul piano economico e finanziario, messo in atto dalle dure decisioni assunte dalla Corte dei Conti».

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi