Vasto   Attualità 17/01

Variante alla SS16, si alza l’attenzione contro il viadotto: ci sarà anche una raccolta firme

I carotaggi dei tecnici hanno fatto scattare il campanello d’allarme

I carotaggi nel terreno nella zona del costone orientale hanno fatto scattare nei giorni scorsi il campanello d'allarme in città. I tecnici incaricati dall'Anas hanno prelevatl porzioni di terreno, in particolare nei pressi di via Fonte Joanna, in vista della possibile realizzazione della variante alla statale 16. Si parla da oltre vent'anni della necessità di liberare l'attuale Adriatica dal traffico pesante - oltre che decongestionarla nei mesi estivi - ma il progetto su cui l'Anas sembra spingere vede la contrarietà dei vastesi. 

Si paventa la possibilità di realizzare una variante che passi a ridosso del costone orientale, proprio sotto la loggia Amblingh. Un'ipotesi respinta già in più circostanze dal consiglio comunale di Vasto e che, nei giorni scorsi, ha visto l'ex vicesindaco Giuseppe Forte, oggi consigliere comunale, protocollare una mozione urgente perchè il tema torni in consiglio comunale. E il sindaco Francesco Menna ha rilanciato con l'ipotesi di tracciato che prevede una galleria.

Nei tanti dibattiti degli ultimi anni, con confronti tra gli amministratori del territorio - visto che il progetto di variante interessa Vasto e San Salvo ma anche i Comuni dell'entroterra - che non sono riusciti a trovare mai un perfetto accordo con Anas rispetto al progetto da seguire. E, in più di una circostanza, è emerso il rischio di perdere i finanziamenti per questa opera che verrebbe quindi definitivamente accantonata.

Ora, con le operazioni preliminari in corso, l'attenzione è tornata alta. Nei giorni scorsi, oltre a una lunga serie di commenti e prese di posizione, è emersa anche la volontà di procedere ad una raccolta firme in città affinchè quanto discusso in consiglio comunale venga confortato anche dal diretto parere dei cittadini.

La variante alla statale 16 si preannuncia, quindi, come uno dei temi caldi da affrontare in questo inizio di 2022, in attesa del primo consiglio comunale del nuovo anno in cui l'assise civica dovrà esprimersi - anche se lo ha già fatto in passato - facendo poi pesare la sua scelta sui progetti in corso.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi