Gissi   Attualità 07/01

Ritardi nel tracciamento e tamponi assenti: a Gissi didattica a distanza fino al 15 gennaio

Chieffo firma l’ordinanza, stesso provvedimento a Torino di Sangro

Agostino ChieffoIl rischio davanti a ritardi e incertezze era concreto e ora i Comuni iniziano a prendere provvedimenti in vista del rientro a scuola. 
È il caso di Gissi, dove le lezioni, almeno per la prima settimana del 2022, saranno a distanza. Stamattina il sindaco Agostino Chieffo ha firmato l'ordinanza di sospensione delle attività didattiche in presenza fino al prossimo 15 gennaio. Non è escluso che la sospensione possa protrarsi, venerdì 14 è in programma un'altra riunione tra sindaci e dirigente scolastico per valutare la situazione.

La decisione arriva al termine di una settimana contraddistinta dall'aumento dei casi nella cittadina della Val Sinello (al 5 gennaio 47, ma il sospetto, in attesa dei numeri ufficiali, è che negli ultimi giorni il numero sia poco meno che raddoppiato) e non solo. Lo stesso Chieffo motiva l'ordinanza con i "notevoli ritardi con i quali la Asl sta effettuando sia le comunicazioni che i tracciamenti e la mancata consegna da parte di Asl e Regione dei tamponi e del materiale necessario per organizzare lo screening della popolazione scolastica" che non garantiscono le "condizioni minime per riaprire in sicurezza le scuole". 
Tali difficoltà rientrano tra le criticità che la gestione della pandemia sta accusando in tutto il territorio [LEGGI], non ultime quelle legate alla prenotazione del vaccino per i bambini.

Nel primo pomeriggio di oggi è arrivata anche la firma di una simile ordinanza, con le stesse motivazioni, da parte del sindaco di Furci Angelo Marchione. La didattica a distanza fino al 15 gennaio riguarderà con tutta probabilità tutti i plessi dell'Omnicomprensivo di Gissi. Oltre alla sospensione delle attività didattiche in presenza, Marchione ha anhe disposto la chiusura, fino alla stessa data, del centro genitori/bambini 'Fantaborgo'.

Medesimo provvedimento è stato preso dal sindaco di Torino di Sangro, Nino Di Fonso, che "a tutela della sicurezza e dell'incolumità pubblica e dei nostri ragazzi" ha disposto la sospensione della didattica in presenza e dei servizi refezione e trasporto  dal 10 al 15 gennaio.

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       

      Chiudi
      Chiudi