Vasto   Musica 04/01

Con l’Ensemble Stella Nova alla scoperta delle musiche medievali del Natale

"In Mundo Nascitur" è il cd della formazione vastese di musica antica

Si intitola In Mundo Nascitur il nuovo disco dell'Ensemble Stella Nova. Due anni di lavoro, dovendo fare i conti con i rallentamenti dovuti alla pandemia, hanno portato l'ensemble, formato da Paola Stivaletta, Peppino Forte, Luigi Di Tullio, Martina Di Bussolo e Giuseppe Zinni, a registrare undici tracce che affondano le radici nella tradizione medievale del Natale. "In una società per la quale il tempo della vita comune era scandito dal passare dei giorni, dove il sole e la luna erano le uniche testimonianze visive dello scorrere del tempo, annesso, chiaramente, al ruotare ciclico delle stagioni, il Natale si presentava come fondamentale punto di riferimento", si legge nel libretto che accompagna il cd.

L'ensemble, dopo aver pubblicato il disco, sta preparando anche l'esecuzione dal vivo dei brani. Era prevista una prima data l'8 gennaio, rinviata in via prudenziale visto l'evolversi della pandemia. Nei mesi prossimi l'ensemble terrà concerti in diverse località abruzzesi e non. Siamo andati ad incontrare i musicisti durante le loro prove, nella chiesa di San Francesco di Paola, per presentare questo nuovo lavoro discografico. L'incontro è stata l'occasione per conoscere meglio la loro musica e gli strumenti antichi utilizzati.

Ensemble Stella Nova - In Mundo Nascitur
Paola Stivaletta (viella, flauti diritti, symphonia, voce)
Peppino Forte (liuto, chitarrino medievale, symphonia, cornamuto, voce)
Luigi Di Tullio (salterio, percussioni, voce)
Martina Di Bussolo (canto, salterio ad arco, arpa, campane)
Giuseppe Zinni (organo portativo, percussioni, voce)
Il disco è stato registrato e mixato al Microstudio di Vasto Marina da Peppino Forte.

Guarda il video Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi