Vasto   Attualità 01/01

L’anno si chiude con un fiocco rosa: al San Pio 675 nati nel 2021

Anche a Vasto si registra il trend di calo della natalità

Si è chiuso con un fiocco rosa il 2021 al San Pio da Pietrelcina di Vasto. Ieri pomeriggio, alle 15.28, è venuta alla luce la piccola Melody Maranca, regalando una fine dell'anno speciale a mamma Jasna Saraceni e papà Tommaso. L'ultima nata dell'anno porta il registro del reparto Ostetrica e Ginecologia dell'ospedale di Vasto a quota 675

"In questo anno abbiamo assistito ad un calo delle nascite rispetto al 2020, in cui avevamo toccato quota 740", spiega il primario Francesco Matrullo. "Di sicuro anche nel nostro territorio si assiste ad un calo delle nascite in linea a quanto avviene nel resto d'Italia". Un crollo demografico registrato dall'Istat e di cui ha parlato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso di fine anno.

Ad incidere sul calo delle nascite al San Pio c'è stata anche "la problematica avuta a livello strutturale, un fattore che ha portato molte donne a fare altre scelte", sottolinea il dottor Matrullo. Solo all'inizio di ottobre 2021, infatti, è stata riaperta la sala parto sullo stesso piano del reparto. Un crollo, a maggio 2020, aveva imposto la chiusura di un'ala del padiglione con il conseguente spostamento di tutte le attività nella zona del bloco operatorio al pianterreno. Una situazione che il personale medico, infermieristico e sanitario dell'Ostetricia "ha affrontato con grande spirito di servizio". Il Reparto vastese resta come punto di riferimento per un ampio territorio che arriva fino al Molise, "da cui proviene circa il 30% delle pazienti", ricorda Matrullo. 

E ora, salutato il 2021 con il dolce arrivo di Melody, c'è l'attesa per l'arrivo del primo nato o della prima nata del 2022.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi