Vasto   Attualità 16/12/2021

Via verde, infiltrazioni d’acqua nella galleria di Casarza. E la crepa laterale si riapre

Il tunnel della pista ciclopedonale

Vasto, Via verde della Costa dei trabocchi: infiltrazioni d'acqua nella galleria di CasarzaInfiltrazioni d'acqua nella galleria di Casarza. Succede anche quando non piove. Così si presentava ieri il tunnel, che si trova lungo tratto vastese della Via verde della Costa dei trabocchi, la pista ciclopedonale di 42 chilometri da Ortona a Vasto. 

La galleria in questione si trova sull'ex tracciato ferroviario litoraneo, dismesso nel 2005 e arretrato all'interno della galleria che si snoda per circa sette chilometri nel sottosuolo di Vasto. Sulla massicciata che una volta era occupata dai binari è stata costruita la Via verde, aperta la scorsa estate e tuttora da completare in alcuni tratti. Qui, anche al di fuori dell'estate, quando le condizioni meteo lo consentono, pedoni e amanti della bici non perdono occasione di farsi una passeggiata tra scogliere, insenature e piccole spiagge della frastagliata costa nord della città. 

Le immagini testimoniano infiltrazioni d'acqua dentro il traforo di Casarza, ma anche una crepa già segnalata in passato e chiusa di recente con del cemento. Si è aperta di nuovo.

Le imprese cui la Provincia di Chieti ha appaltato i lavori hanno installato delle reti in acciaio per evitare la caduta di calcinacci dalle calotte delle gallerie. Per il futuro, va considerata la necessità di un intervento risolutivo per evitare perdite e distacchi.

"Ho sollecitato ta tempo - racconta l'ex presidente del Consiglio comunale, Mauro Del Piano - un intervento. L'ho fatto al fine di sensibilizzare i tecnici a eseguire gli opportuni controlli e verifiche".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi