CHIUDI [X]
 
San Salvo   Politica 13/12/2021

Nuovi progetti e servizi, ma non solo: Mariotti rispolvera la scala mobile multipiano-centro

San Salvo, le soluzioni per il cuore della città in sofferenza

Il parcheggio abbandonato di via MontegrappaRiqualificazioni, un nuovo piano di trasporto e il recupero del parcheggio multipiano di via Montegrappa con tanto di scala mobile per il centro storico. Ieri la coalizione a sostegno della candidatura di Giovanni Mariotti a sindaco ha tenuto un incontro sulle criticità che affliggono il cuore della città stilando una serie di proposte. 

"Il centro – dice Mariotti – soffre da anni una condizione di impoverimento del suo tessuto socio-economico e residenziale, dovuto essenzialmente allo spopolamento e alla chiusura di numerose attività artigianali, commerciali e professionali, e in particolare alla mancanza di attività di animazione sociali e culturali. Occorre anche rispondere all'esigenza di sicurezza dei cittadini, prevedendo il rafforzamento dei servizi di vigilanza pubblica, che scoraggino azioni illegali e rendano tranquilla e gradevole la frequentazione delle vie del centro della città. Bisogna lavorare con grande impegno, con idee e progetti innovativi per invertire questa tendenza, riportando a vita il centro città per farlo tornare ad essere frequentato dai nostri concittadini".

Tra le proposte suscita non poca sorpresa quella relativa al parcheggio multipiano di via Montegrappa – realizzato durante l'ultima amministraizone di Arnaldo Mariotti – mai entrato pienamente in uso e danneggiato pesantemente da un incendio: nell'elenco si legge del "recupero e riqualificazione del parcheggio" con collegamento "al centro con una scala mobile". Anche questa seconda idea risale all'epoca successiva alla realizzazione del parcheggio che non si concretizzò per gli ostacoli fisici – abitazioni – tra la grande struttura e il centro della città. Inoltre, il Comune per il parcheggio aveva deciso di procedere a una variante di piano regolatore abbandonando l'idea del project financing per riqualificarlo a favore della costruzione di strutture a scopo residenziale.

Tra gli altri ingredienti individuati dalla coalizione formata da Cambiamo San Salvo, Democratici per San Salvo e Avanti San Salvo ci sono anche la realizzazione di spazi verdi e servizi nell'area ora occupata in centro dalla scuola di via De Vito e dagli edifici che un tempo ospitarono l'ufficio postale e la sede della Democrazia Cristiana. Tale intenzione è la stessa dell'attuale amministrazione Magnacca che recentemente ha acquistato gli ultimi due immobili per 330mila euro [LEGGI].

Gli altri punti individuati dalla coalizione sono:
a) Rivisitazione del Piano Regolatore Generale, elaborando uno strumento urbanistico particolareggiato che riqualifichi il centro cittadino, con l'obiettivo di aumentare la sua densità e qualità abitativa;
b) Elaborazione di un nuovo Piano Commerciale finalizzato all'insediamento di nuove attività economiche e alla valorizzazione di quelle esistenti;
c) Progettazione di regolamenti comunali che riducano le imposte comunali e eroghino incentivi finalizzati all'apertura di nuove attività e all'ammodernamento di quelle esistenti;
d) Predisposizione di progetti di riqualificazione dell'arredo urbano, della pubblica illuminazione e di abbellimento del centro cittadino;
e) Realizzazione di un calendario permanente di manifestazioni e iniziative che valorizzino i musei e il nostro patrimonio storico, artistico, culturale ed enogastronomico;
f) Riqualificazione con destinazione a verde pubblico e a servizi di pubblica utilità dell'area comprendente la scuola di via De Vito, l'ex ufficio postale e la ex sede della Dc;
g) Recupero e riqualificazione del parcheggio di via Montegrappa collegandolo al centro con una scala mobile;
h) Realizzazione di un piano trasporti e di mobilità sostenibile che colleghi il centro cittadino con i vari quartieri e la Marina;
i) Completare la riqualificazione urbanistica del vecchio centro con il rifacimento delle reti e dei servizi;
l) Realizzazione di servizi igienici nel centro cittadino;
m) Recuperare e riqualificare le facciate degli edifici, anche attraverso l'erogazione di incentivi per la realizzazione di murales, prevedendo a tal fine l'istituzione di un festival nazionale.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi

       

      Chiudi
      Chiudi