Vasto   Cronaca 29/11/2021

Menna ordina l’abbattimento dei cinghiali in tre zone di Vasto. Fioravante: "Bisogna agire"

Caccia selettiva in via Lota, via San Rocco e contrada San Lorenzo

Via libera alla caccia di selezione in tre zone di Vasto. Il sindaco, Francesco Menna, ha firmato l'ordinanza che dispone "l'attivazione del piano di controllo e caccia di selezione al cinghiale in via San Rocco, via Lota e località San Lorenzo, zone dove si registra il maggior numero di segnalazioni pervenute a questa amministrazione", dice il primo cittadino. 

"Il problema della presenza degli ungulati sul nostro territorio è molto delicato e bisognava agire ed intervenire con la massima tempestività", spiega l'assessora all'Agricoltura, Licia Fioravante. "L'ordinanza, per motivi di tutela della sicurezza pubblica, è immediatamente esecutiva e con la stessa si può procedere sin da oggi all'abbattimento, compatibilmente con quanto stabilito dall'Ispra e in osservanza delle prescrizioni impartite dalla Provincia, anche per il tramite del comandante della polizia provinciale, maggiore Antonio Miri".

Da anni i cinghiali causano incidenti e devastano le campagne. Automobilisti e agricoltori chiedono da tempo provvedimenti drastici. Negli anni scorsi l'associazione Terre di Punta Aderci ha raccolto oltre duemila firme a sostegno della richiesta di interventi concreti. 

Intanto, la Giunta regionale ha approvato, su proposta del vicepresidente, Emanuele Imprudente, ha esteso fino al 31 marzo 2022 "le attività di controllo delle popolazioni di cinghiale", si legge in una nota della Regione Abruzzo. Il provvedimento è provvisorio, in attesa "della predisposizione ed approvazione del nuovo Piano delle attività di controllo del cinghiale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi