CHIUDI [X]
 

San Salvo, gli studenti del Mattioli scendono in piazza per dire "no" alla violenza sulle donne

Stamattina l’iniziativa promossa dallo sportello antiviolenza Frida

Musica, danza e passione per dire "No alla violenza sulle donne". È il messaggio che hanno lanciato, con la performance coreografica "La voce del silenzio", le ragazze e i ragazzi della II e III D IPSIA Servizi per la sanità e l'assistenza sociale dell'Istituto omnicomprensivo "Mattioli D'Acquisto" questa mattina in Piazza Giovanni XXIII in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

È il progetto artistico promosso dallo Sportello antiviolenza Frida del Comune di San Salvo, ideato e curato da Maria De Liberato e Rossella Taraborrelli del Centro Danza Etoile. Un percorso di creazione artistica realizzato dai ragazzi e dalle ragazze, al fine di creare relazioni, connessioni e incontro con l'altro, con l'altra attraverso le vibrazioni dell'anima e le "parole" del corpo, per dare voce alle donne che subiscono violenza.
"Quello che abbiamo vissuto in piazza con le studentesse e gli studenti è stato un momento molto intenso e delicato. Parliamo di violenza sulle donne – ha affermato la sindaca Tiziana Magnacca nel suo saluto – in un anno nel quale dobbiamo contare ad oggi 104 femminicidi, e nell'ottantanove per cento dei casi gli assassini erano ex compagni, ex mariti o fidanzati, persone che avevano in corso una relazione sentimentale con la vittima". Secondo il primo cittadino, "ha ancora senso promuovere queste occasioni di confronto tra gli studenti o tra i cittadini per mantenere sempre alto il livello di riflessione e di sensibilizzazione sul tema della violenza e delle discriminazioni di genere. Dovete essere consapevoli del vostro valore e della libertà di essere sempre voi stesse per un diritto universale che non ha bisogno del riconoscimento di alcun legislatore. Come donne e come future mamme – aggiunge - avete l'obbligo di far crescere la cultura di genere nelle vostre famiglie, con i vostri compagni di classe, perché si possa comprendere appieno il valore del rispetto e dell’amore verso l’altro".

Presenti all'evento, gli assessori alle Pari Opportunità, Maria Travaglini, e all’Ambiente, Tony Faga, il presidente del Consiglio comunale Eugenio Spadano, il dirigente scolastico Annarosa Costantini e, per lo Sportello Antiviolenza Frida, Licia Zulli. L'assessora Travaglini ha invitato a "trovare in ognuno di noi la parte più bella, quella più gentile, per cambiare i luoghi e le persone che frequentiamo lavorando sulla propria autostima" e ha ricordato "le attività di sensibilizzazione che da anni l'assessorato alle Pari Opportunità ha realizzato per far crescere una cultura di genere". Al Servizio Politiche sociali, aggiunge Travaglini, "sono ancora disponibili le buste per alimenti destinate agli esercizi commerciali in modo gratuito che diventano veicolo per informare in modo capillare l'attività dello sportello antiviolenza Frida che ha sede nel Centro culturale Aldo Moro. Il numero da utilizzare per i contatti è il 335.1611795 attivo 24 ore su 24 per l'ascolto e per ricevere utili indicazioni".

La dirigente scolastica Costantini ha evidenziato "l'impegno messo in campo dalla scuola e nello specifico il progetto 'Officina Educativa', attivato per la lotta alla povertà educativa e di supporto ai ragazzi di San Salvo, che sta andando avanti assieme ad altri partner come il Comune di San Salvo, Frida, Musica in Crescendo, Akon Service e diverse associazioni del territorio". Licia Zulli ha sottolineato "il lavoro anche di promozione culturale fatto con lo sportello Frida con i ruoli disuguali, nella famiglia come nel lavoro, tra gli uomini e le donne".

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi