Vasto   Cronaca 24/11

Fratino ferito da un amo da pesca: trasportato al Centro Recupero Rapaci

Recuperato alla foce del Biferno e trasferito a Pescara dai carabinieri forestali

È stato trasportato dai carabinieri forestali al Centro Recupero Rapaci e Selvatici un esemplare di fratino ferito rinvenuto alla foce del fiume Biferno. Il piccolo uccello è stato "rinvenuto a Termoli presso la foce del fiume Biferno in evidente difficoltà per la presenza di un amo da pesca conficcato in gola", spiega una nota del comando provinciale di Chieti dei carabinieri forestali.

I militari della stazione carabinieri forestale di Vasto, coordinandosi con un servizio di prelevamento a staffetta con i colleghi della stazione carabinieri forestale di Termoli, hanno portato il fratino ferito al Centro Recupero Rapaci e Selvatici, gestito dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Pescara. Il fratino salvato a Termoli, una volta pienamente riabilitato, sarà reimmesso nel suo habitat naturale.

"Questo piccolo trampoliere migratore - spiega la comandante provinciale dei carabinieri forestali -, presente in alcuni tratti della costa abruzzese, appartiene ad una specie rara che gode di un regime di protezione estremamente elevato a livello nazionale oltre che sovranazionale; la sua tutela rientra anche in un Progetto di monitoraggio specifico, portato avanti da diverse Associazioni ambientaliste ed incentrato, in particolare, sulla gestione del delicato periodo riproduttivo. Si ricorda come la minaccia più grave per la conservazione di questa specie sia rappresentata dall’alterazione dell’ambiente dunale dove la stessa nidifica, dovuta anche alla pulizia meccanica dei litorali ed alla presenza di predatori (ratti, corvi, volpi, cani vaganti)".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi