CHIUDI [X]
 
Vasto   Ambiente 22/11

Una domenica a caccia di "un mare di rifiuti di cui possiamo fare a meno"

Iniziativa di cittadinanza attiva in vista del Countdown TEDx del 4 dicembre

Bottiglie, cartacce, cicche di sigarette, sacchi pieni di ogni genere di rifiuti, addirittura un televisore lasciato tra la vegetazione in una aiuola. Tanti volontari hanno partecipato ieri mattina all'iniziativa "Un mare di rifiuti di cui possiamo fare a meno", promossa da TEDx Vasto in collaborazione con il movimento #iononrestoaguardare e il Consorzio Vivere Vasto Marina e la partecipazione di Consulta Giovanile e Comune di Vasto. Appuntamento a Vasto Marina, alla ex stazione ferroviaria e all'inizio della Riserva Marina di Vasto e poi, armati di pettorina, guanti e buste, via alla raccolta dei rifiuti.

Per tutta la mattinata i partecipanti all'iniziativa si sono dati da fare per raccogliere, sia dalla spiaggia che dall'area della ex stazione di piazza Fiume, una notevole quantità di rifiuti abbandonati da mani incivili. Un gesto concreto che, unito a una rinnovata sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini, può contribuire a rendere più pulita e accogliente la città. Negli ultimi anni si assiste con sempre più frequenza ad iniziative promosse da associazioni e gruppi spontanei di cittadini che non vogliono più restare indifferenti di fronte all'inquinamento della città. Tutti i sacchi raccolti sono stati poi depositati in punti concordati con la Pulchra che ne ha provveduto al recupero. 

Inoltre, l'iniziativa di ieri mattina, si è inserita nel percorso di avvicinamento all'evento Countdown, organizzato da TEDx Vasto per il prossimo 4 dicembre. Il tema del contrasto alla crisi climatica, alla limitazione delle emissioni e la difesa del Pianeta, saranno trattati da sette speaker provenienti da diversi settori.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi