A San Salvo in scena "Eva Mater", l’inno alla vita dell’associazione Dafne

Ieri sera lo spettacolo contro la violenza sulle donne al Centro Culturale Aldo Moro

Forza, rinascita e desiderio di vita: sono queste le parole chiave che hanno caratterizzato l'evento andato in scena ieri, domenica 21 novembre, al Centro Culturale Aldo Moro di San Salvo.

Con lo spettacolo "Eva Mater: come un Capolavoro", la Onlus Dafne ha portato sul palco "un inno alla Vita, alla sua immanenza, una dichiarazione di Amore nei confronti dell'Amore, quello fondato sul rispetto, sulla reciprocità. In un tempo di angoscia e di paura – spiegano dall’associazione in un comunicato - le immagini, la musica, la danza e le parole hanno dato la possibilità ai/alle presenti di rimettere a fuoco chi siamo, uomini e donne, esseri umani, e come è possibile assumersi la responsabilità di vivere nel rispetto del bene prezioso di quella che è la propria e l’altrui vita. Il tributo alla street artist Shamsia Hassani – affermano - ha reso possibile esprimere la nostra solidarietà e di invitare a dare un contributo concreto per sostenere la tutela dei diritti umani delle donne e delle bambine afgane (petizioni, aiuti economici alle ONG che sono rimaste nel Paese). Ieri sera, al Centro Culturale Aldo Moro si è ripetuta la magia. Leggere negli occhi del pubblico in ascolto l'emozione, l'entusiasmo ci ha riempito di gioia e lo ringraziamo ancora per la preziosa e consistente partecipazione".

"Un ringraziamento doveroso e fondamentale – sottolineano gli organizzatori - al Comune di San Salvo che ha voluto fortemente "Eva Mater" per la sua comunità e per affiancarci e sostenerci nel promuovere la cultura della non violenza e del rispetto nelle relazioni. È stata l'occasione per ricordare che lo Sportello Antiviolenza Frida della Città di San Salvo è attivo con la presenza di una nostra operatrice di accoglienza tutti i giovedì dalle 10:30 alle 12:30. Per le consulenze è possibile anche chiamare o mandare un Whatsapp al numero 335.1611795. Ringraziamo poi – aggiungono - la presenza di Cantina Orsogna con la degustazione dei vini biologici e vegani "Eva Patch", la linea di vini ideata a favore dell'empowerment e quindi dell'inserimento lavorativo delle donne seguite dai nostri Centri Antiviolenza in un percorso di uscita dalla violenza. Un grazie speciale infine va a tutte le artiste che insieme hanno collaborato e creato questo prestigioso spettacolo per sensibilizzare e affermare saldamente un deciso e costante #NOallaViolenzaMaschileSulleDonne".

Nel corso della serata, le esibizioni del gruppo di musiciste Dum-Tek: Danila Cicchini, Maria Aurelia Del Casale, Mila Di Addario, Marilena La Palombara, Chiara Martino e Alessandra Santovito, lo spettacolo delle danzatrici Maria De Liberato del Centro Danza Etoile e Rossella Taraborrelli e le letture di Raffaella Zaccagna. Progetto e regia video di Enrico Gualterio, service del Centro Culturale Aldo Moro, Andrea Pelusi.

 

 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi