Morte di Giulia, fatale uno shock settico

Ora bisogna individuare il batterio responsabile dell’infezione

L'ospedale di PescaraÈ stato uno shock settico a non lasciare scampo alla piccola Giulia Radici morta una settimana fa poco dopo il trasporto all'ospedale di Pescara. Qui la bambina di Monteodorisio era arrivata nella notte tra il 12 e 13 novembre in fin di vita dall'ospedale di Vasto dove era stata ricoverata a causa della febbre altissima. Ieri, nell'obitorio dell'ospedale adriatico, il medico legale Cristian D'Ovidio ha effettuato l'autopsia.

Lo shock settico ha compromesso gli organi vitali portando alla morte Giulia nel giro di poche ore. È quanto emerso da una prima valutazione macroscopica, ora, per individuare il batterio responsabile, serviranno gli esami istologici e microbiologici.

Dopo la giornata di venerdì 12 passata nel reparto vastese di Pediatria, durante la notte, il quadro clinico è precipitato e la bimba di appena 10 mesi è stata trasportata d'urgenza a Pescara, ma non ce l'ha fatta. I genitori hanno presentato una denuncia. Sul caso, per capire se Giulia poteva essere salvata, indaga la Procura della Repubblica del tribunale di Pescara con il magistrato Andrea Papalia.

Questo pomeriggio, alle 15, ci sarà il funerale in occasione del quale il sindaco monteodorisiano Catia Di Fabio ha proclamato il lutto cittadino.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi

         
         

        Chiudi
        Chiudi