Vasto   Ambiente 18/11

"Facciamo crescere i diritti": il Comune pianta un albero per i 60 anni di Amnesty International

Il 19 novembre l’iniziativa in collaborazione con Legambiente e Consulta Giovanile

Domani 19 novembre alle ore 11 nella villa comunale di Vasto si svolgerà l'iniziativa "Facciamo crescere i diritti" promossa da Amnesty International in occasione dei sessant'anni dalla sua nascita, associazione da sempre impegnata al livello mondiale per la difesa dei diritti umani.

Il Comune di Vasto, su proposta della Consulta Giovanile, ha aderito a questa importante campagna di sensibilizzazione che prevede la piantumazione di un albero dai fiori o foglie di colore giallo. A Vasto la pianta è della specie Ginkgo Biloba. L'arbusto è stato donato da Legambiente che, nell'ambito della Festa dell'Albero, sta portando avanti la campagna Youth4Planet promossa proprio al fine di coinvolgere i più giovani sui temi ambientali e di inclusione sociale. All'evento parteciperanno anche i ragazzi del Progetto SAI (Sistema Accoglienza Integrazione) del Consorzio Matrix e del C.A.S. (Centro di Accoglienza Straordinaria) della Cooperativa Versoprobo.

"Ringraziamo la Consulta Giovanile per aver creato questo rapporto sinergico - dichiarano il sindaco, Francesco Menna e l'assessora alle Politiche Giovanili, Paola Cianci - con realtà riconosciute a livello nazionale ed internazionale per il grande attivismo che portano avanti per stimolare l’attenzione sui temi su cui storicamente si battono. La rete costruita dai giovani con Amnesty International, Legambiente, i ragazzi del Progetto SAI e del CAS e tante altre associazioni cittadine assume un grande valore per la nostra comunità e per la crescita culturale in modo costruttivo e positivo delle nuove generazioni".

"La Consulta Giovanile Vasto è da sempre interessata al mondo dell'associazionismo - dichiara la presidente Marta Del Negro - occupandosi di tematiche sociali, ambientali e di lotta contro ogni forma di discriminazione. Amnesty International ha promosso diverse iniziative per sensibilizzare in tal senso i nostri coetanei. Ringraziamo Legambiente per averci donato l'Albero dei diritti che domani pianteremo tutti insieme. Un albero che rappresenterà le fondamenta della nostra citta ricordando quei principi come uguaglianza, libertà e rispetto. Tutto questo è avvenuto anche grazie ai ragazzi del Progetto SAI e del CAS sempre presenti nel condividere con noi la bellezza di tali iniziative".

"Siamo grati alle istituzioni, alla Consulta Giovanile e a Legambiente per la partecipazione ad uno dei momenti celebrativi più importanti per Amnesty International" - dichiara Alessandra Desiderio, responsabile della Circoscrizione Abruzzo e Molise di Amnesty International -. Nonostante siano passati 60 anni, i diritti umani continuano ad essere violati in tutto il mondo e mantenere alta l'attenzione, da diversi punti di vista, è quanto ci permette di consentire che la visione di un mondo in cui tutti gli esseri umani sono rispettati nei propri diritti fondamentali, possa diventare realtà".

"Dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia quest' anno torniamo sui territori con la Festa dell'Albero - afferma Silvia Tauro, coordinatrice regionale Youth4Planet Legambiente - qui, a Vasto, siamo orgogliosi di poterlo fare con un' iniziativa che racconta come non si possa parlare di clima senza parlare di giustizia climatica, partecipazione, soprattutto dei giovani, e territorio. Quest'albero, uno dei 500 milioni di alberi che Legambiente sta contribuendo a piantare nell'ambito del progetto europeo Life Terra, oggi racconta una storia importante come quella di AI, ma soprattutto un percorso da continuare a vivere ed animare insieme, ricordando, che nell'interesse di tuttə, soprattutto di chi affronterà le conseguenze delle scelte di oggi, non ci può essere transizione ecologica senza transizione sociale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi