CHIUDI [X]
 

Monteodorisio, una comunità in lutto per la scomparsa della piccola Giulia

Grande dolore in paese. Di Fabio: "Vicini alla famiglia"

È con sgomento e incredulità che ieri a Monteodorisio è stata accolta la notizia della prematura scomparsa della piccola Giulia, undici mesi da compiere tra pochi giorni. La bimba è morta ieri all'ospedale di Pescara, dove era trasferita dopo il ricovero al San Pio di Vasto. A chiarire le cause del decesso saranno le indagini della Procura pescarese. In paese c'è un sentimento di dolore condivisio con la famiglia di Giulia, con mamma Aurora e papà Agron, di origine albanese ma ormai da tanti anni a Monteodorisio, con il suo fratellino e la sua sorellina.

"Il sindaco e l'amministrazione comunale esprimono profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza alla famiglia per la drammatica e improvvisa perdita della piccola Giulia - è il messaggio pubblicato sui canali social del Comune - . Ci stringiamo commossi e increduli intorno al dolore della famiglia, una tragedia che ci lascia sgomenti e a cui partecipa tutta la comunità cittadina".

Il sindaco, Catia Di Fabio, ha espresso il dolore di tutta la comunità. "Tante mamme si stanno dando da fare per aiutare e stare vicino alla famiglia di Giulia in questo momento di grande dolore. Conosco personalmente la famiglia, sono davvero delle persone a modo, ho appreso la notizia di mattina e mi ha sconvolto. Come Comune ogni anno regaliamo dei doni ai bambini, quest'anno l'avremmo fatto anche a Giulia, l'ultima arrivata, invece non c'è stato il tempo". 

Ora attendono ulteriori notizie da Pescara. Solo dopo il via libera del magistrato Michele Papalia, titolare dell'inchiesta, sarà possibile celebrare i funerali della piccola Giulia.


di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


    Chiudi
    Chiudi