Il Tar dà ragione al Comune di Carunchio: "Va ripristinata con urgenza la guardia medica"

Accolta la richiesta di sospensiva della delibera della Asl

Il servizio di guardia medica di Carunchio, interrotto dalla Asl la scorsa estate per carenza di medici, va ripristinato "con la consentita urgenza"È il Sindaco di Carunchio, Gianfranco D’Isabella, a dare notizia del provvedimento pubblicato ieri dal Tar di Pescara che ha accolto la richiesta di sospensiva della delibera n. 963 del 22 giugno 2021 del Direttore Generale della Asl Lanciano Vasto Chieti. 

Con l’ordinanza cautelare n. 250/2021 (pubblicata in data 5 novembre) il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Abruzzo - Sez. di Pescara - accoglie integralmente l’istanza cautelare formulata dal Comune di Carunchio tramite il suo legale, e impone ora alla ASL di procedere quanto prima alla riattivazione del servizio di continuità assistenziale nel Comune dell’Alto Vastese “improvvidamente soppresso”. Una notizia accolta favorevolmente dagli abitanti di Carunchio e da tutti quelli dell'Alto Vastese

“È una decisione che conferma in pieno la giustezza della nostra battaglia - ha dichiarato D’Isabella - non solo nell’interesse degli abitanti di Carunchio, ma dell’intero territorio. La coraggiosa pronuncia del Giudice amministrativo abruzzese, nel quale abbiamo sempre riposto fiducia, conferma che la ASL non può disattendere a proprio piacimento ciò che è invece previsto negli stessi strumenti di programmazione sanitaria regionale".

Il Tribunale Amministrativo "non ha mancato di sottolineare - da un lato - la contraddittorietà del provvedimento assunto dalla ASL in danno del Comune, e - dall’altro - che la sospensione del servizio di guardia medica era stata disposta a tempo indeterminato (finendo così per concretizzarsi in una vera e propria soppressione del servizio di continuità assistenziale, proprio come sostenuto dal Comune nelle proprie memorie)", si legge nella nota del primo cittadino.

"Vigileremo ora - ha tenuto a precisare D'Isabella - affinché la ASL di Lanciano-Vasto-Chieti rispetti e dia urgente attuazione alla decisione del TAR Abruzzo, specie ora che si va verso l’inverno e con una situazione viaria come quella dell’Alto Vastese: il ripristino del servizio di guardia medica deve avvenire quanto prima. Desidero infine esprimere un ringraziamento - ha concluso il Sindaco di Carunchio, Gianfranco D’Isabella, all’avvocato Andrea Filippini, che - in qualità di legale incaricato dall’Ente - ha seguito con la consueta tenacia e dedizione un ricorso giudiziario così complesso e delicato”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi

         
         

        Chiudi
        Chiudi