Vasto   Attualità 01/11

"Il silenzio e la memoria": con Italia Nostra, visita guidata al cimitero ottocentesco di Vasto

Appuntamento mercoledì 3 novembre alle ore 15

Si terrà mercoledì 3 novembre alle 15, "Il silenzio e la memoria", visita guidata al Cimitero ottocentesco di Vasto, iniziativa di Italia Nostra del Vastese. Nel corso della visita, il professor Luigi Murolo affronterà la questione del "Cimitero come bene culturale".

"Torna il tradizionale appuntamento di Italia Nostra legato al ricordo dei defunti ed alla richiesta di riconoscimento del valore culturale dei cimiteri – si legge in una nota dell'associazione -. La recentissima scoperta tra i rottami edilizi del Cimitero di Vasto di un'iscrizione funeraria del 1882, su cui si è sviluppata un'interessante discussione su di un blog cittadino, pone l'accento su un tema sollevato da Italia Nostra fin dal 2013: il Cimitero della città come bene culturale.

Considerando il fatto che, terminato nel 1840 e inaugurato quattro anni più tardi (1844), conserva ancora qualche traccia dell'antica pietas sepolcrale ottocentesca – spiegano - non può essere lasciato in balia della follia edilizia che imperversa nell'area sacrata. Lo straordinario rapporto tra mysterium tremendum e mysterium fascinans costruito dai cittadini vastesi del XIX secolo in ciò che i libri defunctorum locali chiamavano polyandrum (luogo che raccoglie i resti di più corpi umani) non può essere lasciato all'abbandono. La memoria degli estinti va sempre coniugata con la fisicità del luogo in cui quiescunt. Non possiamo più assistere indifferenti all'agonia del sito in cui dormono gli avi di coloro che oggi vivono nella città da loro costruita".

Appuntamento mercoledì 3 novembre alle 15 davanti all’ingresso storico sul Viale del Cimitero. Prenotazione obbligatoria via WhatsApp al numero 348 3576711.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi