Le "Casette degli angeli" di Schiavi d’Abruzzo dedicate quest’anno alle morti sul lavoro

L’iniziativa del Centro Italico Safinim APS

Per il terzo anno consecutivo a Schiavi d'Abruzzo si rinnoverà la tradizione delle "Casette degli angeli". L'antico rito è stato  recentemente riportato alla luce dal Centro Italico Safinim APS dopo un lungo periodo di assenza.

I bambini e le famiglie della comunità, secondo questa antica tradizione, realizzano con materiali di risulta e tanta fantasia casette all'interno delle quali posizionare i lumini votivi in memoria dei cari defunti. L'evento si rifà al culto dei morti di fine ottobre; fino a pochi decenni fa, quando le case dei centri storici erano ancora abitate, i paesi assumevano l'aspetto di una diffusa luminaria. Secondo la tradizione, tali luci servivano ai defunti per orientarsi sulla strada del ritorno e quelle accese alle finestre indicavano il luogo dell'antica dimora.

A partire da sabato 30 ottobre, e per tutto il mese di novembre, l’associazione e le famiglie di Schiavi d'Abruzzo invitano a posare, da tutto l’Abruzzo e non, la propria casetta sulla scalinata della pineta La Rotonda. "L’intento – spiegano dal Centro Italico Safinim – è quello di continuare a far rivivere l’antica usanza del paese e di rendere sempre più scenografica la gradinata".

L'edizione di quest’anno è dedicata alle vittime degli incidenti sul lavoro e per ricordare l’importanza del tema della sicurezza sui luoghi di lavoro.

INFO
3314508776 (Daniele)
3203726352 (Veronica)
3383532484 (Vittorio)
3316026376 (Marco)
Pagina Facebook del "Centro Italico Safinim"

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


    Chiudi
    Chiudi