Vasto   Attualità 14/10

Diagnosi precoce del tumore al seno, il Castello Caldoresco si colora di rosa

Il Comune di Vasto partecipa all’iniziativa nazionale della Lilt

Vasto. Domani e sabato il Castello Caldoresco si colorerà di rosaDomani e sabato il Castello Caldoresco si illumina di rosa. Anche il Comune di Vasto ha aderito alla campagna di sensibilizzazione Nastro Rosa - LILT for Women per la diagnosi precoce del tumore alla mammella. Alle 18:30 si accenderanno i fari puntati sull'edificio fortificato di piazza Barbacani.

"La patologia tumorale più frequente - spiega il senologo Francesco Schittulli, presidente nazionale della Lega italiana per la lotta ai tumori - colpisce il seno, con i circa 55.000 nuovi casi del 2020 e con un trend in crescita, aggravato dal ritardo delle campagne di screening. L’impegno di giungere a una completa guaribilità del cancro al seno (attualmente attestato intorno all’80% a cinque anni dal trattamento) deve proseguire con maggiore energia. La gratuità dei test genomici per il cancro al seno, con il recente decreto firmato dal ministro Speranza, è certamente un significativo vittorioso passo in avanti.

Tuttavia lo scenario complessivo che abbiamo di fronte e che dobbiamo superare è ancora rappresentato da alcune problematiche, peraltro amplificatesi con lo stato emergenziale sanitario da Covid-19: diagnosi precoci in donne sempre più giovani; uniformità territoriale dello screening, allargato all’ecografia; codificati periodici controlli clinico-strumentali per le donne già colpite dal cancro al seno; coinvolgimento attivo del mondo scolastico femminile (corretta informazione e insegnamento dell’autopalpazione). La mission della Lilt contempla infatti anche la sensibilizzazione delle ragazze, affinchè imparino ed effettuino mensilmente l’autopalpazione del proprio seno (come approccio informativo-educativo alla problematica), e la divulgazione dell’importanza della vaccinazione (anche per i ragazzi), al fine di evitare l’infezione da HPV (responsabile di patologie tumorali). Per le donne con tumore al seno, è indispensabile favorire loro un supporto empatico, psicologico e rigenerativo-estetico sia per il superamento di questa fase di criticità della propria immagine sia a garanzia di una più lunga e migliore qualità di vita. La Lilt, anche attraverso i progetti di ricerca e i suoi circa 400 ambulatori territoriali, si è resa disponibile a collaborare tangibilmente con il Servizio sanitario nazionale per diffondere la cultura della Prevenzione (primaria, secondaria e terziaria) come metodo di vita".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi