Vasto   Attualità 08/10

Riaprono sala parto, Nido e ambulatorio di Ginecologia dell’ospedale di Vasto

I locali erano stati chiusi dopo il crollo in Chirurgia

Dopo 16 mesi dal crollo che aveva interessato il reparto di Chirurgia dell'ospedale "San Pio" – riaperto nel maggio scorso – tornano alla piena operatività anche la sala parto, il Nido e l’ambulatorio di Ginecologia. I locali erano stati interdetti a causa del distacco della controsoffittatura che, a fine maggio 2020, si era verificato al IV piano del padiglione 1. 

Gli interventi – le verifiche sulla staticità della porzione di immobile interessata dall’episodio e la relativa messa in sicurezza – ammontano a 1 milione di euro, il problema è risolto solo in parte. Come era emerso subito dopo il crollo del maggio 2020, è necessario estendere i controlli sull’intero fabbricato per accertaree le condizioni di sicurezza soprattutto dei solai della stessa tipologia: bisogna verificare l'effettiva resistenza ai carichi previsti dalle norme e, nel caso, eseguire i lavori di ristrutturazione e ripristino.

Questa mattina, il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, ha visitato i locali riaperti e ha incontrato il direttore della Ginecologia Francesco Matrullo, la coordinatrice infermieristica Mariagrazia Buongiorno e il dirigente medico Vincenzo Biondelli per fare il punto sulle esigenze dell’unità operativa. 

"Ho ascoltato le richieste – ha detto Schael – espresse da un reparto che nonostante i disagi causati dai lavori e i minori spazi a disposizione ha preservato volumi di attività e qualità nell’assistenza. Un ringraziamento sentito, perciò, va a tutti gli operatori, che anche nelle condizioni più difficili danno prova di grande professionalità. La direzione aziendale riserva a questa unità operativa l’attenzione che merita, e si impegna ad accoglierne le richieste nel limite della disponibilità di risorse concesse dal piano di rientro". Ostetricia e Ginecologia di Vasto nei prossimi giorni saranno pronta ad accogliere nuovamente, come già in passato, le donne del Molise che non possono far riferimento all’ospedale di Termoli a causa di problemi interni al presidio stesso.

Resta chiusa, senza per ora una prospettiva di riapertura, invece, la cucina chiusa a fine 2019 dopo l'ispezione dei Nas.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi