Vasto   Attualità 27/09

L’Italia vince la Coppa del Mondo di pasticceria: con Lorenzo Puca fa festa l’Abruzzo

Il pasticcere pescarese lavora da anni da Pannamore a Vasto

Dopo il terzo posto del 2019 per l'Italia è arrivata la vittoria nella Coppa del Mondo di Pasticceria. Per la terza volta i pasticceri italiani sono saliti sul gradino più alto del podio nella rassegna iridata e, anche questa volta, nella squadra vincente c'è un abruzzese. Il capitano della squadra campione del Mondo è infatti il 32enne pescarese Lorenzo Puca, esperto nella lavorazione dello zucchero, che da qualche anno è pastry chef nella pasticceria Pannamore di Vasto. Con lui nel team da sogno ci sono il 36enne Massimo Pica, esperto nella lavorazione del cioccolato, e il 28enne Andrea Restuccia, un maestro nelle sculture di ghiaccio e quest'anno impegnato nella pasticceria. A guidarli il maestro pasticcere Alessandro Dalmasso.

Nella gara di Lione il team ha avuto dieci ore a disposizione il dessert al cioccolato da condividere, la torta gelato, il dessert da ristorante, la scultura di zucchero alta 165 cm e, con la stessa altezza, una pièce al cioccolato. E la maestria italiana ha conquistato la giuria, superando il Giappone (2° posto) e la Francia (3° posto).

"Precisione, concentrazione e fantasia hanno permesso ai pastrychef tricolore di aggiudicarsi il prestigioso premio a Lione con opere d'arte dedicate alla natura - ha commentato il presidente nazionale della Confederazione nazionale pasticceri, Angelo Musolino -. Siamo orgogliosi di Lorenzo Puca, Massimo Pica e Andrea Restuccia che hanno vinto il campionato del mondo di pasticceria. Abbiamo portato anche fortuna e siamo convinti che il lavoro degli ultimi tempi stia facendo crescere a dismisura tutto il comparto - sottolinea il presidente di Conpait - . La vittoria in Francia ci riempie di felicità, evviva la pasticceria italiana, evviva i giovani pasticceri del nostro territorio". 

La Coppa del Mondo torna in Italia e in Abruzzo a sei anni dal trionfo della squadra capitanata da Emmanuele Forcone che, nel 2015, aveva sbaragliato la concorrenza nella competizione di Lione [LEGGI]. Il maestro pasticcere vastese, anche lui nel team della pasticceria di Nino Radoccia all'epoca del successo iridato, è stato un prezioso supporto nel percorso dei suoi colleghi per arrivare alla vittoria.

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi