Erasmus Plus, riparte dalla Spagna il progetto dedicato all’educazione ambientale

Tra gli Istituti coinvolti, l’Omnicomprensivo Mattioli-D’Acquisto di San Salvo

Riparte dalla Spagna l'Erasmus+ che promuove lo scambio di buone pratiche tra le scuole per l'educazione ambientale in Europa e che vede, tra gli Istituti coinvolti l'Omnicomprensivo Mattioli-D'Acquisto di San Salvo.

"Dopo un anno di stasi dovuta alla emergenza sanitaria da Covid 19 - si legge in un comunicato della scuola - il 18 settembre sono stati riaperti i confini internazionali del nostro Istituto con una mobilità di formazione docenti in Spagna nell'ambito del progetto Erasmus plus KA2 Partenariati Strategici per gli Scambi tra Scuole 'Blue shirts, green shorts'. I 16 insegnanti che partecipano al progetto sono stati ricevuti in consiglio comunale dal sindaco e dall'assessore all'Istruzione di Santander in occasione della conferenza stampa".

L'obiettivo fondamentale del programma, sottolineano, "è l'educazione ambientale per affrontare le problematiche ecologiche e giungere a soluzioni ecosostenibili attraverso la condivisione delle diverse metodologie di lavoro e d'insegnamento dei paesi partner. Infatti la formazione degli insegnanti delle 5 scuole partner (Italia, Lituania, Slovenia, Turchia e Spagna) parte dall'utilizzo di nuove metodologie e strategie innovative per favorire lo scambio di buone pratiche. Di seguito gli alunni di età compresa tra i 5 e i 12 anni potranno a loro volta sfruttare i benefici di questi incontri formativi, intrattenendo rapporti digitali con i pari delle scuole partner. Saranno pertanto indirizzati al pensiero critico e inclusivo e ad assumere comportamenti consapevoli nei confronti dell'ambiente.

In linea con quanto stabilito dal Piano di Sviluppo Europeo del nostro Istituto - affermano dal Mattioli-D'Acquisto - anche questo progetto internazionale intende promuovere la cittadinanza attiva ed europea attraverso la realizzazione di materiali didattici, accrescere la motivazione allo studio delle lingue straniere e potenziare l'educazione allo sviluppo sostenibile".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi