Vasto   Attualità 18/09

Vasto Libera: "Chi controlla i pali della pubblica illuminazione sulle strade urbane?"

Centorami: "Il Comune dica se è vero che 200 lampioni vanno sostituiti"

Vasto. Palo caduto a Punta Penna nel 2018. In home page, foto di repertorio: palo caduto a Vasto MarinaL'amministrazione comunale controlli che i pali della pubblica illuminazione siano sicuri. La nuova sollecitazione viene dall'associazione Vasto libera. Il presidente, Carlo Centorami, chiede "se risponde a verità che sono circa duecento i pali da sostituire con urgenza" e ricorda che il Comune "mai ha risposto alle numerose segnalazioni in tema di sicurezza e criticità dell'impianto di illuminazione comunale arrivando persino a disattendere l'informativa dei vigili del fuoco a scapito della pubblica sicurezza", scrive Centorami in una nota. "Monito nefasto sono i pali caduti improvvisamente in strade trafficate. Poco e niente è cambiato dal 2016".

"Senza scendere nei complicati dettagli tecnico amministrativi di un capitolato e di un contratto alquanto ingarbugliati", scrive il fondatore di Vasto libera, "resta lo stato di fatto: pali urtati e arrugginiti restano al loro posto" e "si glissa sulle segnalazioni denotando scarsa efficienza e nessuna programmazione".

Quindi Centorami rivolge una serie di domande all'amministrazione Menna, chiedendo "come e se vengono impiegati i rimborsi assicurativi in danaro per danno alla pubblica illuminazione? Perché non si agisce per evitare situazioni molto pericolose neppure a seguito di una comunicazione ufficiale dei vigili del fuoco? Perché gli organi comunali/persone deputate al controllo, nonostante le segnalazioni già nel 2016, non agiscono du fatti incresciosi come i fari legati sul filo di ferro sugli alberi e i cavi annodati lanciati come liane?". Secondo Centorami, "appare del tutto inopportuno e inspiegabilmente assurdo soprassedere su situazioni realmente pericolose".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi