Timeout - Lanciano, verso le elezioni amministrative Ospiti: Ivaldo Rulli - candidato a sindaco Movimento Rilanciamo Lanciano, Mario Giancristofaro - giornalista CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Ambiente 03/09

Taglio dei pini a San Salvo, il Wwf segnala il caso ai carabinieri forestali

L’associazione chiede di valutare soluzioni alternative

La villa comunale dall'altoIl Wwf Zona Frentana e Costa Teatina ha inviato una segnalazione ai carabinieri forestali chiedendo di valutare il caso dei 26 pini della villa comunale di San Salvo che tra qualche giorno saranno abbattuti.

L'associazione ritiene che i pini della villa comunale rientrino tra quelli sottoposti a vincolo dalla normativa nazionale e regionale in quanto "alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali ad esempio ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private". In questo caso "l'abbattimento e l'espianto del patrimonio arboreo di cui al comma 2, esclusivamente per casi motivati e improcrastinabili, è consentito previo parere obbligatorio e vincolante del Corpo forestale dello Stato (ora carabinieri forestale), idoneo a escludere la praticabilità di soluzioni alternative o complementari aventi minore impatto ambientale".

Secondo il Wwf, inoltre, l'amministraizone comunale ha ignorato quanto disposto dalla L. 10/2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” e di quanto previsto dalle Linee guida per la gestione del verde urbano e prime indicazioni per una pianificazione sostenibile edito dal ministero dell'Ambiente. 

"Le linee guida – spiega la presidente Ines Palena – chiedono di favorire, rispettandone distribuzione ed ecologia, le specie italiane previste da apposito elenco redatto da Ispra (in cui non sono certo inserite magnolie o pawlonie) e consigliano di preferire un prato selvatico o prato fiorito al prato inglese; quest'ultimo non favorisce la biodiversità, necessita di tanta manutenzione e di molte risorse (acqua, prodotti fitosanitari, carburante per tosaerba, ecc), in controtendenza rispetto alla necessità di ridurre il fabbisogno idrico a causa dei cambiamenti climatici in atto. Queste disposizioni sembrano essere state ignorate nel progetto di riqualificazione della villa comunale". 

"Oramai non è più procrastinabile l'approvazione di un Regolamento comunale per la gestione del verde pubblico e privato: il Comune di San Salvo è rimasto uno dei pochi comuni abruzzesi superiori ai 15.000 abitanti ad esserne privo. Ricordiamo in ultimo che i Comuni che non adottano il Regolamento del Verde sono esclusi dagli incentivi concessi con fondi pubblici per l’incremento ed il miglioramento del verde urbano e periurbano (L.R. 3/2014), che potrebbero aiutare i Comuni proprio a evitare quei problemi di sicurezza dovuti semplicemente a mancanza di manutenzione".

Contro il taglio degli alberi si sono già schierati i partiti della coalizione di centrosinistra, i socialisti e il Comitato Civico Ambientalista.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi