Timeout - Lanciano, verso le elezioni amministrative Ospiti: Ivaldo Rulli - candidato a sindaco Movimento Rilanciamo Lanciano, Mario Giancristofaro - giornalista CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cultura 19/08

L’incontro su "Adolescenti e sessualità" chiude l’edizione 2021 di Mattioli Caffè Scienza

Iniziativa culturale promossa da Vasto Scienza e Polo Liceale Mattioli

È giunta al termine l’edizione 2021 del Mattioli Caffè Scienza, la serie di incontri di “degustazione scientifica” che da diversi anni propongono temi scientifici di attualità al pubblico vastese grazie ai numerosi esperti che si susseguono nei vari appuntamenti.  

Mercoledì 18 agosto, nella pinacoteca di Palazzo d’Avalos, ha avuto luogo l’ultimo incontro, dal titolo “Adolescenti e sessualità”, che ha visto la partecipazione di Luigi Gileno, psicologo e psicoterapeuta. Ad inaugurare la serata, l’ideatrice del Mattioli Caffè Scienza, la professoressa Rosa Lo Sasso, e la dirigente del Polo Liceale Mattioli Maria Grazia Angelini, che hanno ricordato come quest’incontro sia una continuazione del percorso iniziato già durante l’anno scolastico con il dottor Gileno e che proseguirà nel prossimo con lo sportello dedicato ad ascoltare gli studenti che vorranno confrontarsi con un esperto.  

Come consuetudine nei Caffè Scienza, si è poi lasciato spazio a un momento musicale grazie agli studenti del Liceo Musicale Emanuele Santoro e Daniel Angeloni, seguiti dai docenti Irina Gladilina, Loris Baccalà e Francesco Luciani, che hanno allietato, grazie alle note del pianoforte, dell’handpan e della chitarra, sia l’apertura che la conclusione dell’incontro.  

È poi arrivato il momento di addentrarsi nel vivo della serata, che, come spiegato da Gileno, ha avuto come obiettivo quello di parlare di temi come l’adolescenza e la sessualità in maniera ironica, simpatica e con il sorriso. Parlando di adolescenti, come avvenuto in tutti gli incontri di quest’anno, che si sono svolti nella formula junior, sono stati proprio degli studenti del Mattioli, Simone Di Minni, Filippo Mennea e Anelisse Stancila, a dialogare con il relatore ponendogli domande ed esprimendo le proprie curiosità. 

Il dottor Gileno, nel corso dell’incontro, ha raccontato l’adolescenza seguendo due punti di vista, quello degli adulti, prevalentemente i genitori, e quello dei ragazzi stessi. Tante sono le incomprensioni tra genitori e figli in età adolescenziale, quello che però è importante è che i genitori ascoltino i propri figli, anche quando sembra che questi ultimi non abbiano alcuna voglia di parlare e aprirsi. Molte volte, infatti, anche i silenzi comunicano tanto. Un primo passo può anche essere cercare di comprendere gli interessi dei propri figli, ascoltando la loro stessa musica (ci sarà un motivo, dice Gileno, se tanti ragazzi ascoltano la trap) o guardando insieme film e serie tv. 

Uno spazio importante è stato riservato ai social e alla rete, parlando dei modelli che i ragazzi cercano di imitare e seguire, youtuber, tiktoker, influencer, che in alcuni casi possono portare a sviluppare ansie e preoccupazioni e, specialmente nelle ragazze, anche a problemi più seri come disturbi alimentari, specialmente nei casi in cui ci si imbatta in siti specifici (i siti pro-Ana) che incitano all’anoressia e altri DCA. Per questo è importante che venga spiegato ai ragazzi un uso corretto di internet e che anche i genitori sappiano in alcuni casi dire di no e bloccare atteggiamenti che potrebbero diventare pericolosi, perché molto spesso quando si è giovani non si è in grado di percepire appieno i rischi.  

Il discorso è stato intervallato in più occasioni da vignette e battute che hanno disteso il clima serio degli argomenti trattati, accompagnate da storie e aneddoti raccontati da Gileno per portare esempi di vita reale. Si è poi passati a parlare di sessualità e del mondo che gli adolescenti man mano si ritrovano a scoprire e che un po’ per vergogna esplorano da soli sentendo quello che dicono gli amici o navigando su internet. È invece importante, per Gileno, che si parli apertamente di sessualità e che non rimanga un tabù. Gli adolescenti, infatti, si devono sentire tranquilli nel parlarne anche con i genitori o con gli adulti. Secondo lo psicologo sessualità e affettività devono andare di pari passo e anche da giovani è essenziale che le nuove esperienze avvengano con persone di cui ci si fidi e a cui si è legati sentimentalmente.  

Per quanto è importante che si parli molto più apertamente di sessualità rispetto al passato, è altrettanto importante parlare con gli adolescenti di tutti i rischi in cui ci si può incappare a una giovane età, per far sì che si vivano delle esperienze sane e positive. Perciò incontri come questo, tra l’altro favoriti dalla scuola, sono e devono essere organizzati per aiutare i giovani e coloro che vi sono affianco a rendere davvero l’adolescenza uno dei periodi più belli della vita.

Simone Di Minni

Guarda le foto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi