Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Incontro tra Comune e prefetto, a San Salvo il centro vaccinale resterà aperto solo per i richiami

Raggiunti gli obiettivi fissati. Restano attivi gli hub di Chieti, Vasto e Lanciano

"L'attività di vaccinazione di massa è sostanzialmente terminata e, a seguito del confronto tra la direzione della Asl, i sindaci e la Prefettura, nel rispetto degli obiettivi che erano stati fissati a livello nazionale, verranno chiusi i centri vaccinali attivati nei vari comuni ad eccezione di Chieti, Lanciano e Vasto". È quanto dichiarato dal sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, a margine della riunione conclusiva del tavolo interistituzionale "Salus et spes", coordinato dal prefetto Armando Forgione per monitorare la campagna vaccinale anti Covid in provincia di Chieti.

Centro vaccinale di San Salvo che resterà comunque aperto per consentire di terminare il ciclo vaccinale con la seconda dose. "Come comunità nell'area sud della provincia – commenta il sindaco – ci saremmo aspettati una maggiore partecipazione alla vaccinazione soprattutto dei cittadini più giovani. Tuttavia i numeri complessivi raggiunti dalla nostra provincia sono maggiori rispetto a quelli fissati dal commissario Figliuolo. Posso affermare che San Salvo ha fatto la sua parte impegnando molte risorse finanziarie e organizzative proprie importanti".

Il sindaco di San Salvo ha ringraziato "chi si è fatto carico della gestione quotidiana del Centro vaccinale di via Magellano sette giorni su sette per quattro mesi consecutivi come l'assessore comunale Tony Faga, coadiuvato dalla consigliera comunale Carla Esposito, il presidente del Consiglio comunale Eugenio Spadano che è stato il referente, oltre ai tanti volontari che hanno partecipato quali la Fir Cb San Vitale e l'Arcobaleno, la Croce Rossa e le numerose associazioni cittadine quali i Nonni Vigile, l'Associazione nazionale alpini, la Podistica San Salvo e Veloclub e Lory a Colori”.

"Solo grazie allo spirito volontaristico – conclude il sindaco – e di risposta a un dovere, a una chiamata etica che questi concittadini si sono messi a disposizione di tutta la comunità di San Salvo". Il primo cittadino ha invitato, ancora una volta, "i giovani dai 12 ai 50 anni a vaccinarsi per non vanificare lo sforzo sinora compiuto in questi mesi con il suo dispendio di risorse e di energie".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi