Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 03/08

Elezioni comunali: Laudazi rinuncia, ma il quadro politico continua a complicarsi

Verso le comunali - La giungla delle liste

Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro)Di cosa parliamo - Edmondo Laudazi rinuncia alla corsa solitaria per l'elezione a sindaco di Vasto. Rimangono sei i contendenti: Francesco Menna (centrosinistra), Guido Giangiacomo (centrodestra), Dina Carinci (Movimento 5 Stelle, ChiAmaVasto), Alessandra Notaro (La Buona Stagione, Vasto in Azione, Pro Vasto), Angela Pennetta (L'Arcobaleno), Anna Rita Carugno (Ora rispetto per tutti gli animali). In teoria, il quadro politico dovrebbe semplificarsi. Non è così, perché è bagarre per la formazione delle liste. Ogni schieramento cerca candidati in tutti i quartieri.

VASTO - Ne restano sei. Anche Edmondo Laudazi rinuncia alla corsa solitaria e trasforma Il Nuovo Faro da lista civica a "Centro studi e ricerche del Vastese". Nelle scorse settimane, a fare un passo indietro era stato Orlando Palmer del Movimento iustitia nova, che appoggerà Guido Giangiacomo.

La rinuncia di Laudazi è il segno di un centrodestra che fatica a rimettere insieme i pezzi. Il risultato di disaccordi e lungaggini dei mesi scorsi si chiama frazionamento, inaugurato dal gruppo ex leghista di Alessandra Cappa e Giuseppe Tagliente, con l'avvocata che sarà vicesindaca in caso di vittoria di Alessandra Notaro, e proseguito con il passo indietro di Laudazi, che pure era stato uno dei promotori del tavolo, naufragato, del centrodestra vastese.

A questo si aggiungono le voci che riguardano alcune possibili defezioni importanti, come quella di Alessandro d'Elisa, che cinque anni fa fece l'exploit con 475 voti, primo nella lista di Massimo Desiati (allora candidato sindaco del centrodestra) e ora starebbe preparando una lista civica a sostegno del sindaco uscente, Francesco Menna.

Il leader del centrosinistra vuole ampliare la coalizione. Se nel 2016 aveva avuto l'appoggio di cinque liste, ora insegue la conferma sulla poltrona più importante del municipio puntando a presentare sette liste. Dopo aver prevalso per 123 voti al ballottaggio del 2016, stavolta vorrebbe provare a vincere al primo turno. Anche perché la giungla del secondo turno è disseminata di trappole.

 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi