Vasto   Sport 21/07

La Vastese riparte senza proclami. Sulla panchina confermato D’Adderio

Serie D - Il presidente Bolami: "Fiducia a tutto lo staff per fare bene"

Vastese CalcioLa Vastese riparte da Fulvio D'Adderio. Senza proclami, la società biancorossa oggi avvia ufficialmente la marcia di avvicinamento al prossimo campionato di serie D. Lo fa ricominciando dall'allenatore che ha gestito la seconda parte della scorsa stagione e dal direttore sportivo, Nicola D'Ottavio

"Sono stati quattro cinque anni di costruzione. Ci vuole il tempo che ci vuole", esordisce il presidente, Franco Bolami. "Abbiamo fatto un passo importante con la conferma del mister e di tutto lo staff. Vuol dire che hanno capito il nostro sacrificio. Si riparte per fare bene. Con l'entusiasmo cerchiamo di eliminare gli errori del passato".

Il copresidente, Pietro Scafetta, guarda alla solidità societaria: "Stiamo cercando di allargare la società, nuovi sponsor e anche qualche nuovo socio. Vogliamo sempre costruire e mai distruggere". Per questo "cerchiamo di fare squadra competitiva sperando che il pubblico possa tornare allo stadio". 

Luigi Salvatorelli, vicepresidente, sottolinea il progetto del settore giovanile e si toglie qualche sassolino dala scarpa: "Dopo 26 anni in cui le società amiche hanno messo il tappo alla Vastese calcio, finalmente parte il settore giovanile della Vastese. Siamo una realtà, ci siamo strutturati, stiamo facendo investimenti importanti anche settore giovanile. Stiamo facendo stage con un numero di partecipanti non al di sotto di 40-50 atleti".

D'Adderio ha le idee chiare: "Già da tempo la scelta era ricaduta sulla Vastese perché c'è un riconoscimento alla società che mi ha scelto, a D'Ottavio che mi ha voluto qui e soprattutto alla città, che mi ha accolto in modo inequivocabile e mi ha fatto risentire allenatore. Vogliamo crescere, c'è una struttura che va consolidandosi. Non prometto vittorie né altro, ma solidità, stabilità ed efficienza. E coraggio per affrontare le difficoltà che ci saranno in ogni momento".

D'Ottavio, al terzo anno in biancorosso, non fa proclami: "C'è il desiderio di fare bene, quindi poter portare questa città a livelli più alti, ma dobbiamo stare attenti perché il momento è difficile per l'Italia e per tutto il mondo", ammonisce il ds. "Se riusciamo a fare meglio, come pensiamo, rispetto all'anno scorso, è tutto di guadagnato".

Il 2 l'inizio della preparazione, fermi dal 14 al 17 e ripartire al 18. La preparazione inizierà il 2 agosto con il ritiro a Colledimezzo o a Rivisondoli fino al 14 agosto per poi ricominciare il 18. La società e il tecnico vogliono confermare i migliori. "Di Filippo e Altobelli - dice D'Ottavio - hanno fatto bene e ci sarebbero tutte le condizioni per una riconferma". Su Mamona, invece, c'è l'interessamento della Cremonese.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi