Nsg punta su San Salvo: la Pilkington produrrà vetro per l’edilizia

Schiarita all’orizzonte dell’azienda più grande del Vastese

San Salvo. Lo stabilimento Nsg PilkingtonLa Nippon sheet glass continua a puntare sulla Pilkington di San Salvo. Lo stabilimento di Piana Sant'Angelo produrrà vetro per l'edilizia. Così la multinazionale giapponese cerca di compensare le perdite dovute alla crisi del mercato dell'auto. La spinta arriva da ecobonus e sisma bonus.

Un sospiro di sollievo per i lavoratori, convocati ieri e l'altroieri dalla rappresentanza sindacale unitaria per le assembleee retribuite, svolte in diverse fasce orarie per assicurare il rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19. Argomenti di discussione: il contratto collettivo nazionale, rinnovato il 19 giugno 2020, e la situazione interna all'azienda, che dall'autunno del 2008 ha utilizzato spesso la cassa integrazione e i contratti di solidarietà. 

"La crisi generata dalla pandemia e la conseguente riduzione dell’immatricolazioni di auto in Europa hanno imposto al Gruppo un programma di profonda trasformazione con la riduzione di costi fissi ed un’accelerazione all’automazione, al fine di recuperare competitività, efficienza e quindi liquidità", si legge in un comunicato sindacale della Rsu. "I volumi produttivi per l’anno corrente sono purtroppo influenzati negativamente sia dalla riduzione delle vendite di auto sia dalla grossa difficoltà dei costruttori di approvvigionare taluna componentistica non disponibile (semiconduttori, plastica); tali mancanze determinano forti perdite economiche per l’azienda e fermate ricorrenti e improvvise con ricorso agli ammortizzatori sociali".

"Il 15 luglio, tuttavia, l’azienda ci ha comunicato una notizia importantissima, frutto di una continua e incalzante attività sindacale in questo ultimo periodo, vitale per il prossimo futuro del sito di San Salvo. Infatti, nonostante durante il periodo di total lockdown, i due Float a ciclo continuo siano rimasti accesi per 43 giorni con produzione di vetro destinato a rottamazione, generando perdite legate ai costi diretti (materia prima, energia e lavoro) di oltre 12 milioni di euro (solo parzialmente compensati da un recente ristoro di 4,4 milioni di euro dalla Regione Abruzzo), il Gruppo ha annunciato la riparazione a caldo del Float SS2, che ne allungherà la vita produttiva di alcuni anni assicurando quindi il vetro alle seconde lavorazioni. Inoltre, altra fondamentale informazione, l’attuale insaturazione dei Float derivante dal mercato dell’auto sarà compensata con produzioni per il mercato dell’edilizia, spinto fortemente dal sistema sisma-bonus ed ecobonus per le costruzioni. Questa ulteriore dimostrazione di fiducia del Gruppo Nsg nel nostro sito, nonostante le difficoltà finanziarie degli ultimi anni - fanno notare le organizzazioni sindacali - si unisce agli oltre 50 milioni di euro di investimenti effettuati con l’ultimo piano industriale, rappresentando per tutti uno stimolo a continuare il confronto per uscire insieme da questa grave crisi".

Le organizzazioni sindacali, inoltre, chiederanno all'azienda una serie di incontri per affrontare le questioni sollevate dai lavoratori durante le assemblee, "continuare ad investire sull’innovazione tecnologica, porre attenzione ai costi delle attività svolte dai fornitori, messa in campo di iniziative volte a migliorare la saturazione delle linee produttive per recuperare salario, ridurre gli esuberi e la cassa integrazione creando nuove opportunità lavorative. Altro aspetto rimarcato è l’accesso al contratto di espansione per far in modo che nessun lavoratore esca dal ciclo produttivo in modo forzoso, favorendo invece l’anticipo pensionistico e creando le condizioni per un ricambio generazionale vitale per le trasformazioni del mondo del lavoro". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi