Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

La fondovalle Treste riapre alla circolazione, lavori verso la conclusione

La strada era stata chiusa a marzo

È stata riaperta ieri sera la fondovalle Treste. I lavori non sono ancora ultimati, ma la parte più consistente è stata portata a termine e, così, dopo la riasfaltatura con il primo strato si può tornare a circolare sull'intera tratta. 

I lavori su questa importante strada provinciale sono iniziati nel dicembre 2020 con la sistemazione del primo lotto per fermarsi durante il resto dell'inverno e, successivamente, ripartire alla fine del mese di marzo. Per l'arteria di collegamento con l'entroterra sono stati stanziati 4 milioni di euro dal masterplan Abruzzo riconosciuti dalla giunta regionale di Luciano D'Alfonso dopo la manifestazione dei sindaci nel dicembre 2015 – insieme agli altri 9 milioni di euro per le strade del Vastese –e appaltati dal comune di Lentella con aggiudicazione alla ditta Marinelli di San Salvo.

"La circolazione riprende – conferma il sindaco di Lentella Carlo Moro – ma la zona resta un cantiere perché ci sono degli ultimi interventi da completare: alcuni attraversamenti, la messa in sicurezza di alcune scarpate, alcuni guard rail e il tappetino finale".
Una volta terminati i lavori, si realizzerà anche una rotatoria all'incrocio tra la fondovalle e la Sp 187. 

Si avviano così alla conclusione interventi attesi da decenni, come si percepisce anche dalle parole dell'ex sindaco di San Buono, Nicola Filippone: "Finalmente dopo trent'anni si da un senso compiuto alla strada Provinciale fondovalle Treste". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi